Con una domanda apparentemente banale, quasi ovvia, una paziente del Dottor Crepet è divenuta lo spunto da cui trarre un discorso che ieri, nell’Auditorium “Ferrari” a Paola, ha preso corpo per le tante persone accorse a “sentire” come ci si relaziona alla Felicità.

“Come sta Dottore?”, ha chiesto la Signora al suo terapeuta. “Come sta?” è un quesito da non sottovalutare. Noialtri spesso ce lo scambiamo distrattamente, quasi fosse un’ovvietà alla quale rispondere attraverso un protocollo, eppure – se la domanda insistesse sulla sincera voglia di prendersi cura dell’altro – potrebbe essere la chiave per insegnare la felicità ad ogni aspetto quotidiano della vita.

“Come sta?”, “posso fare qualcosa?”, “io come sto?”; sono quesiti normali di cui ognuno dispone come meglio crede, ma che – se amministrati sinceramente – potrebbero essere vicari di un’immagine attendibile relativa al mondo reale che necessita di continui cambiamenti. La Felicità è ovunque, nei cambiamenti. È un sentimento dinamico che muta al mutar degli anni, è un regalo che si merita e che si coltiva attraverso comportamenti lineari e sinceri. Si può cambiare idea come la si può non cambiare affatto, se il principio ispiratore è la coerenza ed il desiderio di prendersi cura di tutto ciò che si considera “vita”, allora la felicità è a portata di mano.

Paolo Crepet a Paola è venuto per parlare di questo, per indirizzare un discorso che è in perenne divenire, per rompere lo stereotipo che vuole la Felicità legata a mode, schemi tradizionali e prefabbricati, che ne appannano la percezione. Ognuno può essere Felice per motivi diversi e con tempistiche a se stanti.Ognuno può essere felice, o il contrario.

La relatività del concetto da trattare è stata risolta da Crepet nell’invito ad agire, a cambiare, a provare di migliorare il presente attraverso progetti virtuosi (a tal proposto il Professore ha portato ad esempio Renzo Piano e Steve Jobs) dedicati alla proiezione comune della propria, sincera, idea di Felicità.

Per questo all’Associazione “Radici” va tributato il riconoscimento che meritano coloro che s’impegnano in un’azione volta al bene comune, perché con l’incontro organizzato insieme a Paolo Crepet a Paola è stata data la possibilità di discutere – quantomeno – della necessità di avere un progetto, un programma da rispettare. Gran parte del merito è senz’altro della Presidentessa (nonché Consigliere Comunale), Maria Pia Serranò che, coinvolgendo i giusti sponsor (Banca Mediolanum e le cliniche “Santa Chiara” e “San Francesco”) ha dato modo all’evento di svolgersi nel migliore dei modi possibili e di concludersi (con la cena a Villa Catalano) nella maniera più consona ad un convivio familiare. Una piccola sintesi del senso di quanto avvenuto è disponibile nel video report che segue. Buona visione.

“Come sta Dottore?” – Paolo Crepet a Paola [VIDEO] ultima modifica: 2014-07-18T17:58:34+00:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista Pubblicista dall'agosto del 2013, mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.