Difficile limitarsi a elencare, nude e crude e senza una premessa, le azioni e reazioni che stanno animando una parte consistente della politica cittadina. Tuttavia è doveroso farlo anche per dare il senso di quanto sta accadendo tra le parti coinvolte nell’analisi dei lavori posti in essere nella zona del Pru, laddove l’attuale amministrazione comunale ha predisposto la spianata di uno spazio recentemente divenuto funzionale al mercato domenicale. Pertanto segue – in forma “integrale” – il vivace scambio di battute intercorso tra le parti coinvolte nel corso dello scorso week-end: l’associazione “Liberisempre” (rea d’aver increspato la calma apparente della superficie stagnante in cui langue la dialettica rappresentativa paolana), il neonato gruppo elettorale “Grande Paola” (intervenuto in risposta ai biasimi espressi dalla predetta associazione) e dalla compagine consiliare di Paola al Centro (movimento tirato in ballo dalla critica rivolta all’ex candidato a sindaco annoverato tra le sue fila). Iniziando da chi ha risposto con cannonate alle bordate, bisogna riportare quanto pubblicato sulla bacheca virtuale del vicesindaco Francesco Sbano (Grande Paola) nella mattinata di sabato: «Da che pulpito viene la predica!! Cari “liberisempre”, il progetto è stato fatto dal centrosinistra credo nel 2000 2001, ma nel 2012 (12 anni dopo) quando ci siamo insediati abbiamo trovato una discarica in pieno centro e basta. Inoltre per fare approvare il progetto è stato dichiarato che c’era la piena disponibilità del terreno da parte della ditta, ma in realtà un terzo di tutto il terreno è di proprietà del Dott. Francesco Cavagnoli. La ditta che doveva realizzare il mega centro commerciale non è più disposta a farlo e siccome la parte pubblica è stata realizzata non ci sono penali da applicare perché le polizze fideiussorie erano a garanzia delle opere pubbliche (strada, Parco,ecc).

Non volevo rispondere perché è evidente il bellissimo lavoro che abbiamo realizzato ma ci tenevo a sottolineare che siamo diversi sia per cultura, per storia, e sia per il modo di pensare e amministrare; A Paola ci conosciamo tutti e tutti conoscono la sua storia e la mia. Non voglio fare il voltagabbana ma voglio completare un progetto in cui credo per il bene della città e sicuramente ci sono delle difficoltà tecniche e amministrative che è compito della politica risolvere, non ho secondi fini, ma purtroppo vediamo il mondo in maniera diversa, voi siete quelli che all’ultima elezione avete candidato a sindaco l’ex capogruppo di Forza Italia e poi puntate il dito contro di noi. Ma mi faccia il favore di stare in silenzio, perché ha avuto occasione e modo di dimostrare quello che vale e quello che ha fatto per la città sia da dipendente comunale prima che da consulente della Smeco dopo (vedi processo Smeco) sia da politico». Al ché “Liberisempre”, toccata nella parte finale dal probabile riferimento al suo esponente di spicco Mario Valitutti, ha replicato: «Quando alle critiche politiche di una Associazione, si risponde calunniandone un dirigente, significa che il confronto dialettico tra parti diversi, a Paola, ha toccato il fondo dell’ipocrisia e dell’insolenza. Ieri ,i giornali locali nella cronaca di Paola hanno pubblicato un articolo dell’Associazione “Liberisempre” dove veniva contestata in modo inequivocabile quello che da più anni stiamo sostenendo, che la città è ormai avviata verso una deriva disastrosa e pericolosa. Le nostre affermazioni derivano dall’impietosa e deprimente situazione che si vive in città, abbiamo raggiunto con questa amministrazione, tutti i record negativi ;La città diventa sempre più povera, i pochi negozi presenti chiudono al ritmo di uno al giorno, e le vie principali sono tappezzati di cartelli “fittasi” e” vendesi” la inoccupazzione dei giovani veleggia ormai al di sopra delle medie nazionali, la delinquenza mostra sempre di più la sua arroganza, chiudono uffici che erano presenti in città da anni, si ipotizzano ulteriori chiusure di servizi ai cittadini senza che questa amministrazione proferisca parola, sono inadeguati su tutto, addirittura per tentare di salvarsi l’anima alcuni di costoro che governano la città tentano di fare il salto della quaglia e criticando loro stessi per la loro inadeguatezza, ipotizzano, da voltagabbana, nuovo processi politici che dovrebbero materializzarsi anche a Paola sulla scia di ciò che sta succedendo altrove. Ma il vero problema è la loro ignoranza politica perchè per l’ennesima volta alcuni di loro, ma in particolare chi ha voluto criticare un nostro dirigente, dimostra non solo di non saper leggere ( peccato veniale) ma addirittura di non capire le carte ( per un politico, peccato mortale): Non vogliamo entrare nello specifico ( ci inviti ad un dibattito pubblico Lei che è vicesindaco e facciamo chiarezza. Vogliamo solo ricordare alla città che il Piano di Recupero Urbano aveva la disponibilità dell’intera proprietà del privato e per questo approvato e finanziato dalla regione e che prevedeva per Paola un serie di vantaggi occupazionali di un centinaio di giovani,di un piazza pubblica di 1400 mq, di un parcheggio interrato per oltre 16000 mq e di ulteriori servizi .Al momento non è dato sapere che fine hanno fatto e come sono stati utilizzati i soldi della regione. Per ultimo un consiglio dal momento che a Paola ci conosciamo tutti, il nostro dirigente ha dato dimostrazione nella sua vita sindacale e professionale di essere persona qualificata e stimata, dimostrate altrettanto voi se ne siete capaci perchè i peccati non solo politici alla lunga vengono scoperti. Chi vuole intendere intenda». Paola al Centro, toccata nel vivo su Carlo Gravina e vicina a Liberisempre, ha espresso la sua solidarietà: «Esprimiamo la massima vicinanza e solidarietà alla associazione Liberisempre ed al suo dirigente oggetto del solito unilaterale sconclusionato insipiente e sciocco attacco che di politico non ha nulla. La cosa che ci preoccupa è constatare l’incoscienza di essere e rappresentare il nulla che in 3 anni ha solo raso al suolo la nostra città ridicolizzandola in una intera regione. Paola non è questa è tra breve si riscatterà liberandosi definitivamente dagli incapaci ed inutili amministratori che di politico hanno meno del nulla».

Chi vuol esser lieto, sia.

Paola – POLEMICA: Sbano attacca Valitutti e Paola al Centro lo difende ultima modifica: 2016-02-23T08:45:28+01:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista Pubblicista dall'agosto del 2013, mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.