«Mamma li Turchi», questa frase nei secoli è rimasta nella memoria di tanti calabresi, ricordando il periodo delle incursioni sulle nostre coste.

Oggi vediamo la Turchia, per decenni stato laico, in preda ad un presidente (di fatto uno spietato dittatore) che chiede di entrare in Europa come stato membro. Nonostante gli arresti di centinaia di giornalisti, di chiusura di televisioni, di intimidazioni nei riguardi di ogni opposizioni, e l’islamizzazione della popolazione, l’Europa – pur di bloccare il mare di profughi che fuggono da guerre e fame – mostra disponibilità ad un paese antidemocratico.

Altra storia, ma simile per l’atteggiamento antidemocratico, è l’Egitto.

La vicenda dell’omicidio Regeni, ha mostrato il vero volto  dell’ennesimo  generale  dittatore. Sicuramente per questi paesi è  sfiorita subito la tanto  declamata “primavera”. Tra gli integralisti  islamici, che anche in  Egitto avevano mostrato il loro vero volto, fatto  di abusi e di leggi coraniche, e le dittature; non si può permettere loro di far parte di un contesto democratico.

Infine il caso dei marò detenuti in India – così come nei casi precedenti – gli interessi economici e gli affari prevalgono sul diritto internazionale, ancora una volta cittadini italiani  sono bistrattati, in quanto  i nostri  governanti sono preda della classe  economica  affaristica che, di sicuro, non vuol perdere  questi mercati.

Ora è necessario non abbassare la guardia, ai tanti ragazzi  paolani che fanno uso  della rete, un invito: scrivete, sollecitate i nostri parlamentari affinché in quei paesi si sappia  che gli italiani sono un popolo con una dignità, e che ieri – 25 Aprile – hanno ricordato i tanti partigiani morti per permettere  a noi di vivere in libertà.

Share Button
Paola – Cosmo De Matteis e la democrazia, la libertà e 25 Aprile ultima modifica: 2016-04-26T11:03:56+00:00 da Cosmo De Matteis