Rispondendo alle domane “poste di frequente” all’amministrazione, il segretario Nicola Falcone, ha inteso fornire chiarimenti relativamente all’affidamento in concessione del servizio di accertamento e riscossione dell’imposta comunale sulla pubblicità, dei diritti sulle pubbliche affissioni, della materiale esposizione dei manifesti e della tassa per l’occupazione degli spazi ed aree pubbliche.

Premettendo che in merito al mercato settimanale esistono 122 posti e che l’importo globale esigibile annuo consta di 41mila e 730 euro, il garante amministrativo dell’ente ha sancito che «non sono invece disponibili dati relativi all’imposta sulla pubblicità e gli impianti di pubblica affissione i cui dati dovranno essere rilevati dall’aggiudicatario in sede di attivazione del servizio». Falcone ha inoltre specificato che «non esiste nessun concessionario in carica in quanto il servizio è stato finora gestito direttamente dal Comune», svelando il dettaglio relativo al caso di “inesigibilità”, occorrenza per la quale «saranno rimborsati alla ditta unicamente le spese vive di notifica degli atti debitamente rendicontate con atti giustificativi delle spese».

Ammettendo poi un errore di stampa sul disciplinare di gara, l’avvocato che custodisce le chiavi dell’ente ha specificato che «al punto 10.1 lettera d il “fatturato per servizi analoghi realizzato negli ultimi tre esercizi” deve essere complessivamente non inferiore ad euro 150.000,00 e non ad euro 5.000.000,00», svista per la quale «il modello Allegato 1, relativo alle dichiarazioni del concorrente, dovrà essere compilato sino a pag.10, le ulteriori pagine non dovranno essere compilate trattandosi di un refuso di stampa».

Paola – Il Segretario Comunale, risponde alle domande “frequenti” ultima modifica: 2016-10-31T19:09:49+00:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista Pubblicista dall'agosto del 2013, mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.