Con una presa di posizione consequenziale a ciò che è stato premesso all’atto di presentare Pino Falbo come candidato a sindaco, la coalizione “Progetto Democratico” è intervenuta per fugare i dubbi sorti in merito ai possibili trasversalismi che potrebbero prendere corpo all’indomani delle elezioni amministrative.

Con l’intento di chiarire ulteriormente l’orientamento con cui s’affronterà la campagna elettorale, i membri di Azione Democratica, Prospettiva Comune, Paola che Vorrei, I Riformatori e Democrazia in Comune, hanno sottoscritto un comunicato per rimarcare la differenza rispetto ad altri metodi di conduzione propagandistica delle proposte elettorali.

«Nella nostra presentazione – si legge in una nota – il candidato a sindaco Pino Falbo, rappresentando il pensiero di tutta la coalizione, disse a chiare lettere che non avremmo mai voluto fare una campagna elettorale basata sulle offese, sull’odio che fagocita polemiche pretestuose, sui veleni. Questo perché Progetto Democratico aspira a rappresentare altro: la parte pulita ed onesta della città; quella che rifugia dai populismi, dalla becera polemica, peraltro fine a sé stessa, da una contrapposizione dell’uno contro l’altro. Soprattutto, in verità, il nostro agire quotidiano, ne eravamo e ne siamo ancora convinti, si sarebbe dovuto caratterizzare da costante e continuo dialogo con i nostri concittadini ai quali proporre le nostre idee programmatiche e dai quali attingere suggerimenti, idee, consigli. Prendiamo atto che, per alcuni, così non è. E siccome dobbiamo chiarezza a chi crede nel nostro progetto ed alle nostre proposte, non possiamo continuare a tacere sul maldestro tentativo di screditare la nostra coalizione da parte di chi, costruendo artatamente verità esistenti solo nella sua testa, avviando una ben rodata macchina del fango, partorisce una non notizia. Per la prima ed ultima volta: Pino Falbo e la coalizione di Progetto Democratico rigettano ogni maliziosa ricostruzione tendente a voler ipotizzare scenari di futuri accordi politici con chicchessia. Non è nel nostro Dna né ci appartiene una visione della politica a cui altri, forse inconsapevolmente, sono abituati. Per noi e per Pino Falbo parla la nostra storia politica fatta di scelte nette e coraggiose compiute anche quando, a far finta di nulla, si sarebbero potute ottenere posizioni di rilievo. Pino Falbo e Progetto Democratico hanno un solo ed unico accordo da rispettare: quello stilato con i cittadini Paolani che, sempre più numerosi, ci chiedono di vincere la prossima tornata elettorale per restituire dignità e normalità al nostro paese che ormai è stanco di un modo di intendere la politica come guerra fra bande in cui il bene supremo della città passa in secondo piano. Continueremo come abbiamo fatto fino ad ora, a stare al fianco dei paolani con la certezza di riuscire a concretizzare l’alternativa amministrativa a chi fino ad oggi ha fallito. Il resto non conta. Lo rimettiamo al mittente, invitando chi ha voglia di strumentalizzare il nulla basato sul niente, a lavorare in maniera serena e disinteressata come noi stiamo facendo. Sappiamo che sarà una campagna elettorale spigolosa, ma siamo consapevoli delle nostre forza elettorale. Continueremo nel nostro percorso, senza farci intimorire, con lo stesso entusiasmo, compatti, per vincere la competizione elettorale, per cambiare Paola e ridare dignità alla sua gente. Andiamo avanti – concludono i falbiani – fra la gente, con le nostre idee e con la voglia di ascoltare, senza paura con Pino Falbo Sindaco».

Paola – Progetto Democratico nega i trasversalismi, parola di Pino Falbo ultima modifica: 2017-03-19T09:34:03+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.