Nella mattinata dell’altro ieri il viceministro di Trasporti e Infrastrutture del governo Gentiloni, è venuto in visita a Paola.

Per Riccardo Nencini l’occasione è stata propizia per discutere, insieme al parterre di convenuti, della situazione in cui versa il comparto ferroviario calabrese e, in particolare, quello cittadino. Il politico, segretario nazionale del Partito Socialista, è stato accolto dal giornalista Roberto Losso che – al tavolo della conferenza – lo ha affiancato assieme ai referenti regionali del Psi, Franz Caruso e Luigi Incarnato, che hanno parlato alla platea dopo gli interventi di Graziano Di Natale e Roberto Perrotta, nonché del sindacalista Vincenzo Polizzo della Uil.

Il presentatore, nel solco della tematica vertente “Paola città dei ferrovieri: una storia lunga 120 anni”, con una disamina molto puntigliosa riguardo il percorso compiuto dalla città grazie ai binari, ha dimostrato l’impatto positivo creatosi con un indotto che ha portato sviluppo e benessere tali da non far sfigurare l’economia cittadina nel confronto con realtà del nord Italia.

Sulla base degli spunti offerti da Roberto Losso, anche Polizzo ha puntato il dito sull’importanza strategica del comparto paolano, spaziando nell’ambito congeniale alla sua funzione, ovvero il lavoro.

Rivolgendosi al vice di Graziano Delrio, il sindacalista ha chiesto strategie occupazionali finalizzate ad esaurire la contrapposizione tra Paola, Reggio Calabria e Catanzaro, suggerendo anche il coinvolgimento delle forze giovani provenienti dall’ambito accademico e da quello scolastico tecnico superiore.

Facendo leva sulla valenza istituzionale, anche il consigliere provinciale Graziano Di Natale ha colto la presenza di Nencini come un’occasione per mettere sul tavolo le questioni rimaste in sospeso, soprattutto per ciò che concerne il reparto officine, recentemente interessato da una proposta di ridimensionamento che potrebbe comportare ulteriori perdite occupazionali.

«È stata una bellissima mattinata – ha dichiarato a margine Roberto Perrotta, intervistato nel video che segue – il viceministro è stato concreto, pragmatico, ha preso impegni e ci ha detto alcune cose che già sono in itinere ma, soprattutto, quello che lascia ben sperare è la possibilità, subito dopo le elezioni, di aprire un tavolo di lavoro per parlare sia dell’officina di Paola, sia per parlare di alta velocità e degli spazi relativi all’ex squadra rialzo, quindi il nuovo sviluppo anche intorno al Ferrhotel attualmente in stato di abbandono (la risposta completa è contenuta nel filmato sotto l’articolo, ndr)».

Dal canto suo, Riccardo Nencini ha parlato dei finanziamenti per la Calabria «che ora – ha detto – ci sono, perché il governo e Ferrovie hanno previsto un miliardo e quattrocento milioni di investimento per i prossimi anni. (il resto della dichiarazione è contenuta nel filmato disponibile in basso, ndr)».

Segue il filmato. Buona Visione

 

Share Button
Paola – Il Viceministro mostra interesse per l’officina cittadina delle Ferrovie ultima modifica: 2017-05-17T18:35:39+00:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista Pubblicista dall'agosto del 2013, mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.