Richiamandosi ad una delibera di giunta del 1 marzo 2015, l’amministrazione comunale guidata da Roberto Perrotta ha predisposto un atto d’indirizzo finalizzato all’individuazione di un’area del territorio comunale da adibire a deposito temporaneo – e successivamente a centro comunale di raccolta e smaltimento – dei rifiuti solidi urbani differenziati, che sarà allestito a cura e spese della società “Ecologia Oggi S.p.A.“, che gestisce il servizio integrato di igiene ambientale della città.

La disposizione provvisoria decretata dal passato esecutivo, prevedeva la collocazione annuale del sito in parte dell’autoparco comunale di Via del Carmelo (per l’accantonamento, la selezione, il carico sui mezzi per il trasporto a recupero dei rifiuti solidi urbani), una piccola area interna all’impianto di depurazione, alla località Pantani (per lo stazionamento temporaneo, di due giorni al massimo, di un cassone a tenuta stagna per il deposito dell’umido) ed un piccolo locale e servizi annessi al Largo S. Agostino (da destinare ad ufficio ed alle attività di start-up ed informazioni).

Zone per le quali la società Ecologia Oggi avrebbe dovuto corrispondere al comune la somma di 1.100 euro mensili, da detrarre sul canone netto mensile dell’appalto, restando a suo carico anche ogni incombenza e spese, nonché la responsabilità gestionale dell’utilizzo. Clausole mai applicate.

Secondo la direttiva, l’attuale esecutivo – vista l’inefficacia ricognitiva della ditta che, malgrado l’interesse per il “Reperimento di aree di proprietà privata per l’allestimento dell’Isola Ecologica Comunale”, non è ancora giunta a determinarsi con la scelta di un sito idoneo – ha provveduto ad individuare il “nuovo” sito per l’espletamento delle funzioni svolte ancora in regime di provvisorietà. L’area consiste in un reliquato ubicato nei pressi del depuratore comunale in contrada Pantani, solo individuata dall’Amministrazione mentre alle spese di locazione e/o acquisizione, nonché alla progettazione e realizzazione dell’Isola Ecologica dovrà far fronte Ecologia Oggi con l’obbligo di cedere alla fine dell’Appalto l’impianto al Comune.

Con questo atto di indirizzo, l’amministrazione intende risolvere definitivamente un problema che ancora caratterizza negativamente il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, intervenendo – al contempo – fattivamente sul fronte della mitigazione dei disagi annessi e connessi alla vita dei cittadini (soprattutto quelli che hanno dovuto “sopportare” la presenza dei rifiuti che fino a questa decisione sono stati “trattati” nella popolosa area attraversata dalla Via del Carmelo).

Paola – Individuata una nuova area per deposito temporaneo rifiuti ultima modifica: 2018-01-10T19:39:29+00:00 da Redazione
Redazione

About