L’intervento chirurgico eseguito con successo dall’equipe del dottor Massimo Candela, che nei giorni scorsi è riuscito ad impiantare una protesi per correggere un difetto di asimmetria articolare su una paziente affetta da displasia congenita (patologia dell’anca sub anchilotica con un arto più corto dell’altro), ha messo in luce – una volta di più – l’eccellenza sanitaria operante all’interno dell’ala paolana dello spoke condiviso con Cetraro.

Nel solco di una prassi consolidata, l’ospedale S. Francesco continua a rappresentare un punto di riferimento per il litorale tirrenico, ponendosi all’apice di molte statistiche che, però, non sembrano bastare per tenerlo al riparo dalle criticità.

Prendendo spunto dalla notizia, il sindaco di Paola – Roberto Perrotta – è voluto intervenire.

«Primariamente per rendere pubblico il ringraziamento da rivolgere al dott. Candela – ha detto il primo cittadino – la cui professionalità è un valore aggiunto noto ben oltre i confini cittadini, provinciali e regionali. Secondariamente perché è doveroso rimarcare gli elevati standard sanitari raggiunti dall’ospedale cittadino, una struttura troppe volte messa al centro di polemiche che mal si conciliano con i servizi garantiti all’utenza. Quanto realizzato dall’equipe del reparto di ortopedia e traumatologia, è l’ennesima prova di un orgoglio che non può essere frustrato dalle beghe della politica e che, anzi, proprio da coloro che sono deputati alla valorizzazione di queste risorse, dovrebbe essere considerato maggiormente. In questo senso ritengo fondamentale amplificare l’allarme relativo alla carenza di personale che affligge l’intero nosocomio, che malgrado i risultati raggiunti nei vari reparti, continua ad essere sottodimensionato, esponendo gli operatori medici e infermieristici ad una serie di rischi che non escludono neanche l’utenza. Per questa ragione, una volta di più, confido nell’attuazione di quelle direttive deliberate per la gestione sanitaria del tirreno cosentino».

Paola: Al dr. Candela “riesce” un’operazione delicata, Perrotta si congratula (e difende l’ospedale) ultima modifica: 2018-02-07T10:11:13+00:00 da Redazione
Redazione

About