Era l’undici marzo dell’anno scorso quando, per cause che il tribunale ha attribuito alla condotta di Giuseppe Spanò, il paolano Vito Favorito Sciammarella perdeva la vita sulla strada statale 18.

Per quell’incidente, avvenuto all’altezza di un distributore di carburante posto lungo il rettilineo che congiunge i comuni di Acquappesa e Cetraro, il Tribunale di Paola ha condannato a 6 anni e 8 mesi Giuseppe Spanò, le cui responsabilità relative all’impatto fatale erano parse evidenti sin dal primo momento.

Riconosciuto colpevole di omicidio stradale, al cetrarese è stata inflitta una condanna che prevede anche il pagamento delle spese processuali in favore delle parti civili.

Il Giudice dell’udienza preliminare, Maria Grazia Elia, ha comunque escluso l’aggravante di aver commesso il fatto ponendosi alla guida in stato di ebbrezza alcolica e, tenendo presente la procedura giudiziaria del “rito abbreviato”, ha anche posto la diminuente sulla pena.

È comunque in corso anche un altro procedimento, di tipo civile, per stabilire l’entità economica dei danni subiti dalla famiglia della vittima, ma in questo secondo caso è l’assicurazione che dovrà rispondere.

Paola – Causò la morte di Vito Favorito Sciammarella: condannato Spanò ultima modifica: 2018-03-07T07:19:33+00:00 da Redazione
Redazione

About