L.A. è persona nota alle forze dell’ordine, con una fedina penale che denota una certa propensione alla commissione di reati in materia di stupefacenti, armi e contro la persona.
Questo 53enne, nella mattinata di oggi è finito nuovamente in manette, grazie ad un’operazione diretta dal comandante provinciale dei Carabinieri, Ten. Col. Piero Sutera, condotta dai militari della locale compagnia agli ordini del Capitano Giordano Tognoni.
Sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Paola, diretta dal dottor Pierpaolo Bruni, l’operazione ha permesso di interrompere un’insana pratica volta alla fabbricazione di armi e strumenti funzionali all’offesa.
Le indagini, partite grazie ad un’attività di sorveglianza sul soggetto in questione, sono partite in seguito ad alcuni strani comportamenti messi in atto dal 53enne, che ha dato vita – per un discreto periodo di tempo – ad un continuo via vai, dalla sua abitazione verso alcune pertinenze nella sua disponibilità.
Al termine di lunghi appostamenti, i militari hanno quindi eseguito l’intervento che – all’alba di oggi – è sfociato nel rinvenimento (nella casa e in alcuni garage in uso dell’uomo) di 4 Fucili calibro 20, 1 pistola monocolpo calibro 20, parti varie di armi, 186 cartucce calibro 20 e 24 cartucce calibro 12.
Il tutto con l’ausilio delle unità cinofile del Nucleo dei Carabinieri di Vibo Valentia.
Al termine delle operazioni rituali, L.A. è stato tradotto presso il carcere di Paola in attesa della convalida del fermo.

Paola – 53enne arrestato perché fabbricava armi clandestine ultima modifica: 2018-05-14T19:07:25+00:00 da Redazione
Redazione

About