L’impatto che la Seconda Guerra Mondiale ha avuto nelle zone “periferiche” del Vecchio Continente, è generalmente associato alle centinaia di migliaia di caduti tra le fila “militari” e quelle combattenti, soprattutto nel meridione d’Italia dove – escludendo le maggiori città (su tutte valga l’esempio di Napoli) – l’esperienza distruttiva del conflitto ha avuto ripercussioni meno evidenti rispetto ad altre realtà.

Benché gran parte del territorio calabrese sia stato risparmiato dalla distruzione, alla città di Paola è toccato il medesimo destino che la Guerra ha riservato ai centri urbani strategicamente più importanti, e per gran parte dell’estate del 1943 ha subito lo stillicidio di bombardamenti che la popolazione ha purtroppo pagato col sangue.

Cinquantaquattro vite vennero spezzate nel corso di una stagione, 54 persone vennero a mancare all’appello dei loro familiari, dei loro amici e della stessa città che questa tragedia subì come un impoverimento su tutti i fronti.

Oltre ad uccidere, gli ordigni sganciati dagli arei “alleati” spianarono l’intera zona oggi conosciuta come “Largo 7 Canali” e, proprio per non dimenticare quanto accaduto – soprattutto i sacrifici e l’impegno (a breve e a lungo termine) dei soccorritori (su tutti i Vigili del Fuoco) – a partire da stasera, su quell’area (oggigiorno “attrezzata” con un palco adibito a Teatro e con un edificio utilizzato come Centro Laboratoriale), prenderanno vita le “Giornate della Memoria e della Riconoscenza”.

Organizzati dall’Amministrazione Comunale, che ha provveduto ad istituire – mediante votazione consiliare – la “Giornata della Memoria e della Riconoscenza” (cristallizzandola alla data del 24 Luglio), gli appuntamenti di quest’anno inizieranno a partire da stasera (Lunedì 23 Luglio 2018) e, dopo l’appuntamento di domani – rievocativo di quanto accaduto nel 1943, col suono della sirena annunciante l’imminente pioggia di bombe che riecheggerà in tutta la città – si concluderanno nella serata di giovedì 26 presso la Villa Comunale.

Il sindaco Roberto Perrotta, per l’occasione, ha inteso rivolgersi a tutti i cittadini con una lettera che è, al contempo, invito a partecipare e a riflettere, di seguito pubblicata integralmente.

Cari Concittadini,

mi rivolgo a Voi tutti, ovunque Voi siate, nella ricorrenza del 75° anniversario degli attacchi aerei che, nell’estate del ’43, colpirono duramente la nostra città, provocando 54 morti e centinaia di feriti.

Il Consiglio Comunale ha deliberato di rendere omaggio alle vittime dei bombardamenti e onore alle virtù civili di quanti s’adoperarono nell’organizzazione dei soccorsi e nell’assistenza alla popolazione.

È con questi sentimenti che ci accingiamo a celebrare martedì 24 luglio la prima “Giornata della Memoria e della Riconoscenza”. Saranno giorni di riflessione, coinvolgimento e commozione.

So bene quanto siano vivi e presenti nella nostra coscienza e nella nostra identità il ricordo di quei tragici eventi, il dolore delle famiglie colpite negli affetti più cari, le privazioni che la nostra pacifica comunità ha dovuto sopportare.

È, però, per tutti noi, motivo di incoraggiamento l’eroica solidarietà che i paolani di quel tempo misero in campo, mostrandosi meritevoli d’encomio e amorevoli custodi spirituali del messaggio di pace, amore e carità del nostro Santo.

Raccogliamoci intorno a queste memorie, quando alle ore 12.29 di martedì 24 luglio il suono di una sirena ci chiederà di rivolgere un pensiero alle vittime dei bombardamenti e un ringraziamento a quanti si prodigarono per salvare tante vite umane, per curare i feriti, per accogliere le famiglie in difficoltà.

Riscopriamoli insieme, i valori di quel martirio che attende di essere moralmente risarcito con la medaglia d’oro al merito civile.

Facciamoli nostri per ritrovarci uniti e pronti ad affrontare le sfide che ci attendono e affidiamoli fiduciosi alla sensibilità dei nostri giovani, affinché ne diano, a loro volta, orgogliosa testimonianza alle generazioni che verranno.

Roberto Perrotta

Sindaco di Paola

DI SEGUITO LA LOCANDINA CON L’INTERO PROGRAMMA DEGLI EVENTI

Paola – 54 Morti, decine di Eroi: oggi “Giornate della Memoria e della Riconoscenza” ultima modifica: 2018-07-23T11:32:20+00:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista Pubblicista dall'agosto del 2013, mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.