Nota diramata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Catanzaro, coordinati dal procuratore della repubblica di Catanzaro, dott. Nicola Gratteri e dal sost. Proc. Dott. Camillo Falvo, hanno dato esecuzione a un provvedimento di sequestro di beni per un valore di oltre un milione di euro, emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Vibo Valentia su richiesta di questa procura distrettuale.

Destinatario della misura ablativa è Pititto Salvatore di Mileto (VV), coinvolto nella nota operazione di polizia denominata “Stammer”, culminata nel mese di gennaio 2017 con l’arresto di 54 soggetti, ritenuti affiliati ovvero fiancheggiatori della cosca “Pititto” subordinata   alla    “cosca    maggiore”   dei    “Fiare’”   di   San Gregorio d’Ippona, operante nella provincia di Vibo Valentia.

Le indagini patrimoniali, condotte dagli investigatori del Gico del nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Catanzaro, prodromiche all’emanazione del provvedimento di sequestro, hanno consentito di ricostruire in capo al proposto un notevole complesso patrimoniale il cui valore è risultato       sproporzionato rispetto ai                        redditi dichiarati.

Il provvedimento di sequestro ha riguardato una ditta individuale, quote societarie, immobili, una autovettura e diversi rapporti bancari e finanziari il tutto per un valore complessivo stimato in oltre un milione e centomila euro.

Il Pititto, per i fatti a lui contestati, èstato recentemente condannato a venti anni di reclusione al termine del processo di primo grado svoltosi con rito abbreviato.

Maxi sequestro contro cosca egemone vibonese: oltre 1mln d’€ in meno per la mafia ultima modifica: 2018-08-03T11:06:26+00:00 da Redazione
Redazione

About