Una sagra di caratura “tradizionale” è quella che stasera celebra la sua trentesima edizione.

Un’istituzione estiva più che un appuntamento fisso, dove dall’esaltazione di una pietanza, “fuori stagione”, prende misura il tempo dell’estate paolana.

Quando sulla città del Santo sarà tramontato il sole, la zona meridionale di “Fosse” inizierà a prendere vita a sé stante, tra i profumi inebrianti di padelle e pentole sul fuoco, mentre alte s’alzeranno le note di canzoni ogni volta più suggestive.

È la “Sagra da’ Grispedda”, pietanza calabrese tra le più celebri, soffice e croccante frittura di un impasto che trae il suo sapore dalla mano che lo forma. E di esperienza, a Fosse, ce n’è tanta, non solo perché sono ormai trent’anni che la storia si ripete, ma perché in ogni cucina allestita per l’evento, si adoperano persone d’esperienza “familiare”, massaie che il presidente del Comitato organizzatore – Giuseppe Mannarino – ha voluto ringraziare personalmente.

«Una gratitudine che voglio estendere anche a tutto il direttivo – ha continuato il vertice dell’associazione – per la passione, il sacrificio e la dedizione a far sì che i numeri di questa sagra crescessero. Appunto per questo, si è riusciti a migliorare tutto il contesto che va dalla logistica, con il nuovo ampio parcheggio realizzato da questo direttivo grazie alla collaborazione con il privato alla predisposizione stessa degli stand, al nuovo ingresso, alla cucina migliorata e aumentata nella disponibilità della scelta dei prodotti».

Orgoglioso dei miglioramenti apportati di anno in anno, Mannarino ha enfatizzato anche la cura nell’organizzazione degli spettacoli d’intrattenimento, «si è riusciti a portare a Fosse degli artisti locali come Paolo Marra – ha detto il presidente – che è stato l’ospite d’onore all’edizione speciale dei 25 anni. Poi ancora Pino Gigliotti e “Antonio Grosso e le muse del Mediterraneo”, i “Kalamu” ed i nostri cari paolani e fratelli Egiziano, vale a dire gli “Italian BeeGees” che hanno visto registrare il pienone e che si sono ripetuti l’anno successivo ospiti insieme ad un’altro grande della musica Italiana come “Mal”. In questa edizione, per la serata di oggi è prevista l’esibizione del gruppo locale “Unatantum”, con l’affascinante voce di Francesca Guido, mentre per il 13 ospiteremo in Concerto “Nik Luciani” dei cugini di campagna».

L’organizzazione, possibile grazie al lavoro sinergico di direttivo e staff, «impegnati – s’è avviato a concludere Mannarino – tutto l’anno, considerando il fatto che le attività del “Comitato Paola Sud-Fosse” non si fermano alla realizzazione della sola Sagra ma si estende a tante altre iniziative, che vanno dalla collaborazione con altri Comitati e associazioni alla realizzazione, da anni ormai, del Carnevale Paolano, ad un appuntamento che il nostro Staff ci tiene molto con la festa di Pasqua che si realizza per i bimbi della scuola materna-primaria di Fosse. Senza tralasciare le feste di San Martino, la Sagra delle Sagre, e l’appuntamento ricco di significato che ci vede ospiti dell’iniziativa “Una marcia in più”, ancora ospiti della nuova sagra da pochi anni nel bellissimo Borgo della Badia con la “Sagra della Porchetta” e tante altre iniziative durante tutto l’anno. Il comitato – ha quindi concluso il presidente – ringrazia ovviamente il Sindaco Roberto Perrotta, l’amministrazione comunale tutta, per tutta la disponibilità in tutto ciò che possa servire, in tutta la logistica, che non è poco. Ringraziamo ancora gli operai comunali, sempre disponibili, i capi settore, la cooperativa e tutti quelli che rendono possibile negli anni migliorarsi».

Paola: Stasera (e domani) si festeggia con la 30° edizione della Sagra da’ Grispedda ultima modifica: 2018-08-12T13:25:56+00:00 da Redazione
Redazione

About