In merito a quanto accaduto nel pomeriggio del 5 dicembre 2018 presso lo stadio Tarsitano (clicca per leggere e “guardare”), dove un fatto che nulla ha a che vedere con l’agonismo sportivo, ha turbato lo svolgimento di un match tra le compagini della Paolana e della Gsd Xerox Chianello Dlf Paola (entrambe militanti nel campionato regionale “Giovanissimi”), la società biancazzurra ha inteso prendere una posizione “ferma” ed “ufficiale”.

Per il tramite del dirigente Gianluca Ceraldi – nuovo direttore sportivo – la USD Paolana ha fatto sapere che «l’intenzione è quella di bloccare tutti gli allenamenti delle scuole calcio. Perché è inammissibile proseguire un’attività che, improntata sul rispetto delle regole e delle persone, viene costantemente infangata da atteggiamenti provocatori che sfociano in comportamenti deviati. Lo schifo a cui si è assistito mercoledì scorso è solo il culmine di un processo regressivo innescatosi da tempo. L’USD Paolana non ha alcuna intenzione di alimentare questo clima, ancor più avvelenato perché coinvolge giovanissimi atleti che dovrebbero imparare tutt’altre modalità d’approccio al mondo calcistico. Per questa ragione si rende necessaria una presa di posizione netta, in discontinuità con il trend attualmente in corso, un provvedimento doloroso ma doveroso che, nonostante andrà a coinvolgere anche l’innocenza di chi sta divertendosi ad inseguire un pallone, possa fungere da sprone a quanti intendono perpetrare condotte che gettano discredito su un’intera comunità. Paola ha ben altri obiettivi per lo sport e noi della Paolana stiamo cercando di raggiungerli con tutto ciò che abbiamo a disposizione. Vedere vanificato il nostro lavoro, soprattutto sul fronte dell’educazione, del rispetto e del fair play da insegnare alle nuove leve – ha concluso il direttore sportivo dei biancazzurri – è una cosa intollerabile».

Paola – Dopo il “fattaccio” della rissa, l’USD Paolana prende posizione ultima modifica: 2018-12-06T16:33:49+00:00 da Redazione
Redazione

About