«Chi lavora ha il diritto di essere pagato».

Un’espressione apparentemente “banale”, tuttavia pregna di un significato che – in circostanze particolari come quelle vissute dai lavoratori socialmente utili – assume i connotati di una rivendicazione tutt’altro che superflua.

Perché capita sovente che la fine del mese non coincida con il momento della busta paga, alle volte rinviata a date “da destinarsi” talmente lontane che risulta difficile persino il mantenimento della propria persona.

Su questo assunto ha quindi fatto leva il leader di “Progetto Democratico”, compagine che nel consiglio comunale paolano rappresenta la più assidua e numerosa forza di opposizione alla maggioranza di Roberto Perrotta.

Pino Falbo, ex candidato a sindaco, si è lamentato del fatto che le cooperative sociali operanti su diversi fronti per conto del Comune, da mesi non verrebbero regolarmente retribuite, accumulando un ritardo nella corresponsione degli stipendi ormai arrivato a quattro mensilità.

«Non si può elemosinare quanto spetta di diritto – ha tuonato a mezzo stampa l’esponente della minoranza – le cooperative nella nostra città quotidianamente offrono un servizio straordinario e, se Paola è pulita, lo si deve alla serietà e all’abnegazione di tutte le persone che ci lavorano. Ormai sono una bellissima realtà ma chi ci lavora merita rispetto. È mortificante attendere con ansia ogni mese se si riceverà lo stipendio. È facile amministrare sulle spalle di chi lavora. Soltanto il 10 di dicembre è stata pagata ai lavoratori delle cooperative la mensilità del mese di agosto. Non ci si rende conto che questi nostri concittadini hanno delle mogli e dei figli ai quali bisogna assicurare una vita dignitosa com’è giusto che sia. Perché invece di pensare ad altro non si è provveduto a pagare anche le mensilità di settembre, ottobre, novembre e dicembre? Vorrei sapere se le indennità percepite dagli amministratori – la stoccata finale di Pino Falbo – hanno lo stesso ritardo».

A proposito di inquietudini e stipendi non pagati, anche gli ausiliari del traffico operanti per il comune nel periodo precedente all’amministrazione Perrotta, starebbero iniziando a mugugnare. Le loro recriminazioni afferirebbero a periodi lontani ormai quasi cinque anni, quando il Sant’Agostino era diretto dall’ex sindaco Basilio Ferrari, la cui amministrazione sembra proprio essersi dimenticata di loro.

Su questo fronte si attendono sviluppi.

Paola – Pino Falbo in campo per le cooperative: «Pagare chi lavora» ultima modifica: 2018-12-13T20:03:15+01:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista Pubblicista dall'agosto del 2013, mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.