Con l’approvazione della nuova Legge Finanziaria, il governo guidato dal MoVimento 5 Stelle e dalla Lega Nord ha sancito nuovi criteri per la gestione dei beni statali.

In buona sostanza i “gialloverdi” hanno dato il via libera alla possibilità di vendere ciò che appartiene alla collettività italiana, gettando le basi per aste a ripetizione cui, chiunque fosse in possesso dei requisiti necessari, può prendere parte.

Per quanto riguarda la Città di Paola, uno dei beni che potrebbero passare di mano è il Complesso Monastico di Badia, luogo della Città del Santo che – oltre a racchiudere una storia millenaria – rappresenta uno dei riferimenti identitari più stabili nel tempo.

Affidato dai signori Normanni del luogo ai benedettini di Santa Maria di Valle di Josaphat, ordine cavalleresco nato in Terra Santa, il complesso monastico diede ospitalità e protezione ai pellegrini durante le Prima Crociata. Eretta tra la fine del secolo IX e la prima metà dell’XI, la Badia è un insieme di fabbricati con annessi due corpi monumentali di rilevante interesse storico-artistico: la Chiesa con pianta rettangolare ad unica navata e la Torre d’avvistamento contro le invasioni Turche. La fama del luogo è legata anche al leggendario Riccardo I “Cuor di Leone” che, nel settembre del 1190 durante il suo viaggio verso la Terra Santa, fece sosta e pernottò nel Monastero.

In tempi recenti, il Comune di Paola ha usufruito di finanziamenti utili a ristrutturarne i locali senza però stipulare col demanio un contratto di cessione in comodato d’uso. Questa occorrenza potrebbe esporre al rischio che la Badia – pur rimanendo sotto tutela della sovrintendenza – possa “passare di mano”, occorrenza che i recenti sopralluoghi effettuati da tecnici del Demanio accompagnati da esponenti dell’amministrazione comunale, non scongiurano affatto. Anzi, sarebbe già in via di definizione il verbale di consegna del bene.

Paola – Il Complesso Monastico di Badia sarà presto messo all’asta ultima modifica: 2019-01-31T12:14:19+00:00 da Redazione
Redazione

About