Il bollettino col quale si troveranno a fare i conti i paolani, non appena la luce del giorno permetterà di fare chiarezza su quanto sta accadendo in questi momenti, potrebbe risultare assai indigesto per molti.

Perché la conta dei danni conseguente alla bufera invernale tuttora in corso, è davvero ingente, con strade interrotte per alberi caduti e parecchie insegne pubblicitarie pericolosamente penzolanti laddove transitano le auto.

Iniziando un ipotetico percorso per chi si trovasse a scendere da Via Nazionale, bisogna fare molta attenzione all’incrocio che porta al Rione Cancello, un albero rinsecchito ha invaso una parte della carreggiata e l’oscurità non ne favorisce la visione.

Proseguendo lungo l’arteria che porta a Piazza IV Novembre, scendendo a destra della rotonda, un pesante pilone con annesso cartello pubblicitario è stato letteralmente sradicato e abbattuto al suolo, fortunatamente senza far registrare danni alle persone e alle macchine parcheggiate.

Proseguendo la discesa di Fosse del Rango, bisogna fare i conti con la distruzione dell’ecocompattatore funzionale alla “raccolta punti” derivanti dal trattamento bottiglie e fusti di plastica. Il dispositivo appare fortemente danneggiato e sicuramente necessiterà di un trattamento radicale o di una sostituzione.

Continuando a seguire la strada sino all’imbocco del lungomare, della bella villetta coi pini “obliqui” restano adesso giusto gli esemplari più resistenti, perché almeno tre piante sono state rase al suolo (una, quasi pietosamente, pare essersi distesa sulla panchina sottostante, che fino a questo momento ne ha impedito la completa eradicazione).

Percorrendo il lungomare e prendendo l’uscita che porta a Via Sant’Agata, nei pressi di un centro commerciale bisogna prestare molta attenzione ad un cartellone pubblicitario identico a quello caduto nel parcheggio sotto l’Agip di Piazza IV Novembre, perché la furia del vento lo sta letteralmente mandando in pezzi già sparsi lungo l’asse viario.

Nel tentativo di concludere il cerchio di questo tour (impossibile da fare a piedi), da Sant’Agata è pressoché impossibile raggiungere Rione Croce, perché all’altezza dell’innesto con Via Sibari, un imponente pino intralcia il passaggio, occludendo per intero la carreggiata insieme ad un lampione (caduto sotto la spinta dell’albero) e almeno un segnale stradale.

Si raccomanda la massima prudenza.

FOTOGALLERY

L’Ecocompattatore a Fosse del Rango
Il Cartellone Pubblicitario caduto sotto al distributore Agip
Il Pino adagiato su una panchina della villetta sul Lungomare, si nota la zolla con le radici
Danni alla baracca di un ambulante nei pressi del Lungomare
La strada occlusa a Rione Croce
Paola – Soffia il vento e fioccano i danni, anche strade interrotte – FOTO ultima modifica: 2019-02-23T22:59:14+01:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista Pubblicista dall'agosto del 2013, mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.