Malgrado l’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura di Cosenza, la ditta che si occupa del servizio di raccolta rifiuti nel comune di Fuscaldo, sta continuando ad operare grazie alla gestione commissariale.

Per i dipendenti della Elog, i cui vertici societari sono anche finiti tra le maglie dell’inchiesta “Merlino”, quella di ieri sarebbe dovuta essere una giornata di lavoro come le altre.

Invece, considerando la scena con cui si sono trovati a fare i conti una volta giunti sull’area dove vengono custoditi i mezzi da lavoro, gli operai si sono resi conto che non sarebbe stato un turno “ordinario”.

Perché nessuno dei quattro veicoli adibiti al servizio di raccolta dei rifiuti è parso in grado di mettersi all’opera, in quanto “inginocchiati” da qualcuno che – col favore delle tenebre – è penetrato nel parco mezzi, sito in una zona della Marina vicina al depuratore, compiendo atti di danneggiamento.

Immediatamente informati dell’accaduto, i commissari a capo della ditta si sono attivati per far partire le procedure d’indagine, prontamente avviate dai Carabinieri della locale stazione.

Nel frattempo, l’ufficio tecnico comunale s’è attivato per tamponare l’emergenza, riuscendo a risolvere il problema per almeno due dei veicoli su cui erano stati riscontrati danneggiamenti alle gomme, e mettendo quindi in condizione il personale di poter riprendere l’attività che, seppure a ranghi ridotti e con ritardo, è stata espletata.

Contestualmente, s’attende l’esito dell’indagine finalizzata a risalire agli autori dei danneggiamenti, probabilmente intenzionati a bloccare un servizio nevralgico per la cittadinanza.

Fuscaldo – Danneggiati nottetempo mezzi raccolta rifiuti. Ritardi nel servizio ultima modifica: 2019-03-21T09:21:13+02:00 da Redazione
Redazione

About