Due dei cinque giovani sorpresi dai Carabinieri in circostanze molto sospette in quel di Torremezzo (frazione di Falconara Albanese), arrestati ad inizio marzo per detenzione di droga in concorso ai fini di spaccio, poi subito scarcerati e successivamente sottoposti al regime di presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria, da ieri hanno riacquisito la piena agibilità alla vita sociale.

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, accogliendo la tesi dell’avvocato penalista Massimo Zicarelli, ha disposto la cessazione del regime di presentazione alla PG per F.D.L. e L.M., che restano tuttavia indiziati del reato contestato anche agli tre ragazzi (S.R., A.D.R. e V.N.) i quali, non avendo prodotto ricorso, continueranno giornalmente a presentarsi alle autorità.

Come scritto nell’immediatezza dei fatti, i cinque sono stati sorpresi in un’abitazione ubicata in territorio di Torremezzo (frazione marina di Falconara Albanese) con cocaina e marijuana, nonché un bilancino digitale di precisione, materiale per confezionamento e sostanza di tipo “mannite”, usata per quelli che in gergo vengono definiti “tagli inerti” della droga. Inoltre, come rilevato dai Militari dell’Arma, si può presumere che nella casa ci fosse altra sostanza stupefacente, forse “fatta sparire” mediante lo scarico fognario del water, azionato più volte durante il periodo in cui ai Carabinieri “bussanti” non è stata aperta la porta.

Su queste circostanze, le procedure dibattimentali che s’avvieranno da qui a breve, tenteranno di fare chiarezza.

Paola – Blitz antidroga Torremezzo: revocate misure cautelari per 2 giovani ultima modifica: 2019-03-22T07:23:25+02:00 da Redazione
Redazione

About