Amplificato dalla potenza del web, un messaggio veicolato nella giornata di ieri si è rivelato essere un allarme infondato.

In poche parole, attraverso un semplice post pubblicato sui social network, è stato messo in moto un meccanismo che ha costretto finanche i Carabinieri ad intervenire, mediante appostamenti con auto “civetta”, per verificare la presenza di malintenzionati nei pressi delle scuole. Nella fattispecie l’allarme parlava di una donna dai capelli biondi, con addosso una giacca mimetica, appostata davanti i cancelli dei plessi scolastici con l’intento di adescare ragazzi e bambini.

Questo il testo del messaggio diffuso: «Sta girando una donna nei pressi di scuole e parco giochi, bionda, con una giacca mimetica, alle volte anche con una bambina. Questa donna adesca i bambini. È stata segnalata più volte ai carabinieri. Prestate attenzione!».

Della questione sono stati investiti anche insegnanti e operatori scolastici che, sentiti in questi giorni, non hanno confermato di aver visto la donna in questione.

Datosi che nel messaggio diffuso sul web si localizzava l’eventuale malintenzionata nei pressi di non meglio specificate scuole, ora non resta che attendere l’apporto di coloro che frequentano i plessi del centro urbano, per disinnescare del tutto un messaggio che pare essere proprio un “falso allarme”.

Paola – Nessuna traccia della bionda “adescatrice” di bambini: BUFALA ultima modifica: 2019-04-11T11:47:41+02:00 da Redazione
Redazione

About