E se nell’era della globalizzazione, dove ogni cosa è standardizzata dall’omologazione, dovesse capitare un giorno di leggere l’etichetta di un pezzo unico con su scritto “Made in Paola”? Che sensazione si proverebbe?

È quello che sarà possibile capire d’ora in poi, grazie all’iniziativa di due realtà commerciali che hanno deciso di mettersi insieme, unendosi nel segno di un’identità che forse è necessario “ridefinire”.

Con l’intesa raggiunta sul fronte di un prodotto esclusivo, Laura Santoro e Leopoldo Valitutti hanno aperto una prospettiva improntata alla valorizzazione degli aspetti virtuosi di Paola intesa come comunità.

Non soltanto paesaggi, binari e luoghi di culto, Paola è soprattutto “persone”, popolo tra i più rappresentativi della costa tirrenica cosentina, gente consapevole del fatto che basta “essere di Paola” per far parlare di sé.

Quindi, è bene che ciò accada per cose belle.

E il fatto che un’attività commerciale tra le più rinomate del territorio, qual è appunto il punto “Passi Calzature” di Piazza IV Novembre, abbia dedicato il proprio canale di vendita ad una giovanissima attività artigianale, qual’è “Scarpe Diem” del talentuoso Leopoldo Valitutti, è indice che qualcosa di bello sta già accadendo.

Commercianti uniti per esportare il marchio “Made in Paola”, consapevoli della bontà e dell’unicità dei loro prodotti: “scarpe e accessori su misura”; disponibili in uno dei negozi più conosciuti dell’hinterland.

La scommessa sul trovare un modo nuovo per far parlare bene di Paola è lanciata, anche se stavolta pare vinta in partenza.

Di seguito un video con le interviste realizzate in occasione dell’opening party che ha sancito l’inizio della collaborazione tra “Passi Calzature” e “Scarpe Diem”, la parola a Laura Santoro, Leopoldo Valitutti e suo fratello Fabrizio.

Buona Visione

Paola – VIDEO – Passi Calzature “coglie l’attimo” nell’artigianato di Valitutti ultima modifica: 2019-04-14T18:18:35+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.