graziano_di_natale“Perché in Europa, parlare di San Francesco di Paola significa parlare di un simbolo riconosciuto in molti Paesi. Dalla Spagna alla Romania, nominarlo significa esprimere quel valore aggiunto che è proprio della nostra Terra. Non faccio fatica a confidarvi che sono un vero e proprio patito del Taumaturgo paolano”. Con queste parole l’europarlamentare Mario Pirillo ha espresso la sua idea riguardo la necessità di rilanciare all’estero l’idea di una Calabria, che per stessa ammissione dell’Onorevole, neanche il presidente della Provincia Mario Oliverio conosce a fondo. Perché della Calabria all’estero, escludendo il capostipite dell’Ordine dei Minimi, non si parla granché bene, anzi. Ed è per questo motivo che i democratici, riunitisi ieri pomeriggio presso la sede del D.L.F. di Paola, si presentano all’elettorato calabrese intenzionati a scardinare lo status quo rappresentato dal Governo del centrodestra di Scopelliti e di Berlusconi, quest’ultimo vero e proprio bersaglio “immobile” delle invettive pronunciate da un pimpante Mario Oliverio –  generalmente pacato nelle sue espressioni verbali –  che ha colto l’occasione per mostrarsi indignato per il modo con il quale, la sua principale controparte nella corsa al Governo del Paese, sta conducendo la campagna elettorale. Dalle promesse sul quadruplicamento del milione di posti di lavoro fino alla lettera inerente il rimborso IMU giunta nella cassetta della posta di tanti italiani, per il Presidente della Provincia di Cosenza ci sono tutti gli elementi per rigettare una modalità di fare politica cancerosa per la dignità degli italiani. Ad aprire i lavori è stato il giovanissimo Andrea Signorelli che, dopo una breve ed appassionata introduzione, ha ceduto la parola al locale segretario di sezione Francesco Città, sempre più determinato ad annunciare i risultati ottenuti sul territorio dalla sua formazione politica. Atteso alla prova della platea è giunto poi l’intervento del Consigliere Di Natale che, proprio in virtù del ruolo ricoperto in seno al municipio, ha lanciato i suoi strali contro l’amministrazione Ferrari rea di essere rimasta congelata su posizioni che non predispongono la città a quella resurrezione promessa in campagna elettorale. “L’unica conquista che per l’amministrazione di centrodestra sembra essere stata raggiunta – ha detto Di Natale – sembra essere l’intitolazione dell’aeroporto di Lamezia Terme a San Francesco di Paola. Un’azione condotta in sinergia con il governo regionale di Scopelliti che, però, dimentica che il ruolo di attribuzione di titoli e nomi a strutture aereoportuali spetta all’ENAC e non alla Regione. L’utilizzo elettorale che si fa della figura del “poverello paolano” è un atteggiamento dannoso per la nostra cultura e per la religiosità legata a San Francesco di Paola, mi auguro che d’ora in poi lo lascino stare”.

L’ultimo intervento è stato quello dell’On. Pirillo che, con una calma inusuale, si è detto certo della vittoria del PD sia alla Camera che al Senato, perché l’idea di un’Italia giusta (slogan di Bersani) è quella nella quale ormai da anni crede la maggioranza degli italiani, vessati da una politica fatta di soli proclami (a tal proposito ha ricordato la mai compiuta opera della rotonda – promessa dalla Santelli – all’incrocio del Cimitero di Paola). In conclusione, il rappresentate del PD, ha auspicato una larga affermazione del PD a Paola tale da superare le percentuali del centrodestra e da suonare come il segnale di sfratto per un’amministrazione che, attualmente, sembra portata in braccio da poteri superiori rispetto a quelli del Sindaco Ferrari.

 

A breve seguirà il contributo contente il servizio con le Video Interviste

Il Patito Democratico ultima modifica: 2013-02-22T10:11:31+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.