Problemi estivi a Torremezzo: turisti e abitanti del posto attendono soluzione!

torremezzoÈ il 23 luglio. L’estate è già bella che iniziata da parecchio, ma gli amministratori di Torremezzo e coloro che si occupano dei lavori stradali, di pulizia e tutto ciò che è dedito all’accoglienza dei turisti, sembrano non essersene accorti.

Seppur in numero minore a causa della crisi degli ultimi anni, nonostante i bagnanti scelgano Torremezzo come meta delle loro vacanze, alle uscite del lungomare non hanno ancora fatto il loro ingresso le passerelle di cemento, che hanno il compito di facilitare la discesa verso la spiaggia.

È una questione di comodità, ma soprattutto rende possibile a persone disabili – sulla spiaggia ce ne sono diverse – il recarsi al mare, senza troppo affaticarsi o senza gravare su accompagnatori che con visibile fatica spingono carrozzelle sulla sabbia fino alla riva del mare senza l’aiuto, appunto, delle lastre di cemento.

Come dimenticare le docce sul lungomare, che, ricordando sempre la data di oggi 23 luglio, non sono ancora state aperte. E le lamentele, su questo punto non arrivano solo dai bagnanti, ma anche dai residenti, che si sentono un po’ “abbandonati”, visto che nella piccola cittadina di mare, ci si mobilita solo per accogliere i turisti che vengono da fuori senza invece cercare di trattare bene anche gli abitanti che sono “ a casa loro”.

Ma tutto questo ha una spiegazione: a detta dell’assessore Mariano De Virgillis, le passerelle ad esempio non sono state ancora messe sulla sabbia in quanto il comune, a causa dei tagli, non può assumere più operai nel periodo estivo, come invece avveniva negli altri anni, quando si effettuavano assunzioni di dieci giorni per permettere un po’ a tutti di lavorare, ed è per questo che i lavori di accoglienza dei turisti vanno a rilento. Mentre per le docce la ragione è che, purtroppo, ci sono state nel corso degli anni – non mancano mai – persone incivili che nottetempo staccavano i tubi delle docce o addirittura il pomello di fuori uscita dell’acqua, e ciò ha gravato, e non di poco, sulle casse del comune, che ora, ci dice ancora l’assessore <<sta cercando di fare il possibile per far sì che al più presto le docce possano di nuovo essere funzionanti>>.

Ma c’è dell’altro: un programma estivo non presentato. Una località di mare, che vede le strade popolarsi solo d’estate che non fa un programma estivo? Eppure i ragazzi di AVAMS – Associazione Volontariato Arte Musica e Spettacolo, avevano programmato 4 sagre da svolgere durante tutto il periodo, due a luglio e due ad agosto, ma purtroppo hanno dovuto abbandonare l’idea in quanto si sono sentiti rispondere dall’amministrazione che non avrebbero ricevuto alcun aiuto a causa della situazione economica che il comune di Falconara Albanese sta affrontando.

Insomma, niente acqua nelle docce sul lungomare, niente passerelle sulla sabbia, nessun evento in programma, escludendo le feste e le serate che verranno effettuate dai lidi e dai parchi presenti sul territorio, in modo autonomo.

A questo punto possiamo rifarci sul mare, solitamente limpido, anche se di mattina, ma raramente, fa capolino una striscia marrone che transita indisturbata sull’acqua. Ma il nostro depuratore funziona, questa volta per lo meno non possiamo colpevolizzare l’amministrazione!

About Asmara Bassetti

.

Check Also

Itis Fuscaldo studenti egiziani

ITIS di Fuscaldo (CS), un bell’esempio di scuola «internazionale»

Incontrare Giorgio Clarizio nel suo ufficio, prima di seguirlo durante la conferenza stampa organizzata questa …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: