Dall’Ordine dei Minimi di Catona arriva un bell’esempio

Padre Casimiro Maio appartiene all’Ordine fondato da San Francesco di Paola. Ciò significa che Padre Casimiro Maio è un Padre dell’Ordine dei Minimi, un Ordine attualmente scosso da tensioni identitarie conseguenti la frattura “finanziaria” venutasi a creare all’interno e all’esterno del Convento. Padre Casimiro è a Catona (del cui Santuario è il Rettore), opera in una Calabria diversa da quella che viviamo sulla nostra costa cosentina, agisce in un contesto non tanto distante dal motivo per il quale alla nostra Regione – in molte parti d’Italia – veniva attribuito il nome di “Calabrie”. Perché la nostra amata/odiata Regione, balcanizzata da un Risorgimento sincopato, è composta di realtà che tendono ad un arretramento progressivo che, rotolando fino all’estremo SUD, riporta indietro il calendario sino al 1800. Padre Casimiro, pertanto, viene da una zona “difficile”, dalla periferia della periferia d’Europa. È un uomo nel cui sguardo sono condensate immagini e visioni per noi, profani della sua esperienza, inconcepibili. Cose tuttavia “possibili”. Cose difficili da esprimere.

Dall’ultimo lembo di terra continentale, un appartenente all’Ordine del Patrono della Calabria è venuto a Paola per dare un senso alla singolarità del nome di questa Regione. Ha espresso un concetto di “unità” e “comunità” talmente forte da poterlo estendere a Dio, primo e ultimo destinatario della propria Parola. Padre Casimiro è venuto a Paola a presentare il suo libro:  “Incamminarsi nella Via del Signore – Idee Guida di un indirizzo catechetico”; per mostrare quanto – l’Ordine dei Minimi – sia saldo alle tematiche ispirate dalle Regole di San Francesco. Regole per cui non vi è sinonimia tra “povero” e “misero”, perché il primo è un esempio di Paradiso mentre l’altro rappresenta l’Inferno. Regole per le quali i Minimi continuano a costituire un punto di riferimento nella costituzione di un’identità “regionale”.

Pertanto è stato molto piacevole partecipare all’evento che, in forma sintetica di Video Reportage conclude la presentazione a cui erano presenti – a parte un folto numero di persone tra il pubblico – anche e in qualità di relatori: P. Giovanni Cozzolino, O.M. Delegato Generale della Pastorale Giovanile Minima, Dott. Demetrio Guzzardi, Direttore dell’Editoriale Progetto Duemila, Mons. Mario Merenda, Vicario Episcopale della Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano. Buona Visione.

 

About Francesco Frangella

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

Itis Fuscaldo studenti egiziani

ITIS di Fuscaldo (CS), un bell’esempio di scuola «internazionale»

Incontrare Giorgio Clarizio nel suo ufficio, prima di seguirlo durante la conferenza stampa organizzata questa …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: