calabria

Tutta la Calabria, un solo promemoria: «mo’ basta, riprendiamoci i territori»

Si svolgerà domani sabato 10 maggio a Cosenza, la manifestazione regionale a favore di una diversa e partecipata gestione dei rifiuti, che partirà da piazza Cappello alle 16, proseguendo per via Roma, snodandosi per via Rodotà, via Alimena, via Montesanto, corso Umberto, piazza dei Bruzi, Corso Mazzini, fino ad arrivare a piazza XI Settembre.
La data non è stata scelta a caso: domani infatti scadrà l’ordinanza di Scopelliti che autorizza lo sversamento dei rifiuti “tal quali” direttamente nelle discariche regionali, inducendo quindi la Calabria a cadere oltretutto in salate sanzioni.
“Mo’ basta…DECIDIAMO NOI!” sarà lo slogan della manifestazione, che cittadini e cittadine hanno indetto per dare un taglio a questa politica che senza criterio autorizza il conferimento in discariche già sature, ne permette di creare di nuove, o di ampliare quelle già esistenti. Soprattutto di natura privata, senza comprendere che la vera soluzione è la raccolta differenziata, da attuare insieme alla teoria “Rifiuti Zero”, che mira a conferire lo 0% dei rifiuti, facendo leva sulle industrie, e con passi volti a produrre meno spazzatura possibile.
La gente è esasperata da questa emergenza rifiuti, oltretutto creata ad hoc, per speculare sui fondi che l’Europa dovrebbe mettere a disposizione per fronteggiarla. Emergenza che la politica ha cercato di tamponare alla bell’e meglio, senza però (voler?) risolvere in effetti la soluzione. Ed è per questo che sono nati numerosi comitati spontanei che chiedono una partecipazione pubblica dei rifiuti, ricordando che al referendum del 2011, più di 27 milioni di cittadini espressero il loro favore alla gestione pubblica dei beni comuni.
Senza parlare di altre situazioni in cui la Calabria si ritrova: non possiamo infatti sottovalutare i numerosi sversamenti, interramenti di sostante tossiche e radioattive, o scarichi di varia natura, per la quale la Calabria chiede sia fatta la bonifica, e inoltre che sia istituito un registro tumori.
«Chiunque aspiri ad amministrare i nostri territori, dai sindaci fino al ‘governatore’, deve mettere al primo posto la messa in sicurezza dei siti contaminati, la gestione pubblica dei servizi, la trasparenza e la partecipazione popolare». Perché “Mo’ basta!”

Il Comitato No Discarica Pianopoli è tra i promotori del corteo e sosterrà l’evento con un autobus in partenza da Lamezia Terme (per adesioni: 338/5037210; nodiscaricapianopoli@gmail.com)

About Asmara Bassetti

Avatar
.

Check Also

riapertura scuole paola

Paola – Rinvio Apertura Scuole – Rbc a Perrotta: «Ordinanza ingiusitificata»

Nota diramata dalla compagine consiliare “Rete dei Beni Comuni” (Rbc), rappresentata nell’aula “Lo Giudice” dalla …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: