Nuova Primavera

Dimissioni di Scopelliti, il PD denuncia ostruzionismo burocratico

«Le notizie che sono trapelate dalla conferenza dei capigruppo di oggi pomeriggio, riferiscono dell’orientamento della maggioranza di ritenere inapplicabili le dimissioni di Scopelliti fino al termine della sospensione operata dalla Legge Severino. Un orientamento assunto sulla base dei pareri acquisiti dei consulenti giuridici». Con questa dichiarazione il Segretario del PD calabrese, Ernesto Magorno, ha definito i contorni di una vicenda sfumata al punto da non consentirne la comprensione. «Ci sembra che questa delle dimissioni di Scopeliti sia una vicenda che ha superato da tempo la soglia del pudore e che ormai sconfina nella vergogna. Una cosa di cui il centrodestra non si accorge o non vuole volutamente accorgersi. Credo che i calabresi comprendano che noi democratici vorremmo voltare pagina e occuparci di altro, di cose concrete dei problemi dei cittadini e del futuro di questa terra. L’eventuale invenzione di qualche “azzeccagarbugli regionale” potrebbe essere l’ennesimo tentativo di resuscitare un organismo politicamente morto». Secondo i democratici, alleati di Governo col partito di Giuseppe Scopelliti, i funzionari della Regione avrebbero trovato un modo “burocraticamente accettabile” per tenere in sella non tanto il Governatore, bensì la sua Giunta. Contro l’ordinaria amministrazione di un Governo sfiduciato in capo da una sentenza di condanna, il PD urla compatto che «va respinta ogni furbata», dimenticando – però – che con il Partito del Governatore (il formalmente detestato NCD) a Roma governa da più di un anno e mezzo.

About Francesco Frangella

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

Paola – Donazioni: il Comune stanzia 10mila€ per tenda triage all’Ospedale

10mila 601 euro e 80 centesimi: a tanto ammonta la cifra che il Comune di …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: