Con lo stile consono alla sua professione legale, il Consigliere e Capogruppo di Maggioranza, Domenico De Rosa, tira le somme relativamente all’incontro tenuto dal Sindaco Ferrari con la cittadinanza qualche giorno fa. Lavorando di fioretto attorno ai fianchi della Minoranza consiliare e proponendo un ricetta basata sugli elementi offerti dall’attualità vissuta all’interno e all’esterno del Sant’Agostino, composta da dosi di realismo sulle risorse economiche a disposizione e dalla speranza che «il Ferrari» continui il percorso tra i «“favolosi” spazi bimbi» e tutti gli interventi relativi ai servizi, il Consigliere auspica per Paola il ripristino di quell’equilibrio necessario a riposizionarla laddove l’amore di ogni cittadino vorrebbe vederla. Una eccezionale normalità fatta di benessere collettivo.

La lettera del Consigliere, indirizzata alla redazione del Marsili Notizie, è quella che segue integralmente.

Dopo l’incontro del Sindaco con i cittadini, dopo che le cifre, i documenti, gli organismi esterni e superiori, hanno dimostrato che sull’eredità pesante e dissestata ricevuta dalla giunta Ferrari credo che sia arrivato il momento che la minoranza abbandoni la strategia disfattista e ipocritamente strumentale ed intraprenda un percorso che li veda partecipi al risanamento della Città.
Intendo dire che senza confusione dei ruoli chi vuole davvero bene alla Città, chi crede nelle sue grandi potenzialità, preso atto dei dati certi e granitici che raffigurano un quadro di fallimento gestionale delle scelte del passato, non può più far finta di niente, non può più arrampicarsi sugli specchi, ma anzi dovrebbe partecipare con responsabilità alle scelte per risanare questa Città. Scelte necessarie ed obbligatorie. Scelte che restituiranno a Paola un risanamento dei conti riservando un futuro migliore rispetto al presente che Ferrari ed la sua maggioranza ha ereditato. Il risanamento non é un punto programmatico, é un obbligo morale di chi ha vinto le elezioni ma anche, e vorrei dire soprattutto, di chi le ha perse consegnando Paola in queste condizioni. Su tutto quanto il resto, sui progetti, sulle iniziative nei diversi settori, può e deve esserci differenza nello spirito dell’alternanza.
Il Ferrari, nel migliore dei modi, nonostante le difficoltà ereditate, con la sua squadra ha messo in cantiere importanti interventi nei servizi, la depurazione, i servizi di manutenzione stabilizzando le cooperative sociali, la gara su raccolta rifiuti e differenziata con un progetto integrato ambientale mai visto prima in Città, il percorso di regolarizzazione dello strumento urbanistico. I favolosi “spazi bimbi” il servizio sociale dell’assistenza. E poi opere pubbliche che erano nel programma di governo. Grazie al progetto di riqualificare zone degradate del centro Città a breve verranno eseguiti i lavori per il nuovo corso Roma, la nuova illuminazione di tutto il lungomare, e poi l’investimento di quasi un milione di euro ottenuto dalla Regione per il polo culturale nel centro storico. A ciò si aggiunge il taglio della spesa inutile. Aver tagliato le indennità dei capisettore, le spese di telefonia, della luce, razionalizzando i servizi. Per questo c’é piena soddisfazione del lavoro svolto, tanto sarà migliorato, ma sappiamo che il Sindaco Ferrari tanto ha fatto e tanto farà perché sa fare. La speranza che ha espresso in piazza e tutta la nostra speranza, non solo di esponenti istituzionali, ma di cittadini coscienti delle difficoltà, non timorosi nelle sfide, determinati nel raggiungere gli obiettivi. Investire in una svolta significa non fare star ferma una comunità questa classe dirigente rinnovata in due anni ha dovuto caricarsi sulle spalle una situazione pesante. Ma abbiamo scelto di farlo non per essere eroi ma perché amiamo questa comunità e non vogliamo più che sia offesa.
Consigliere Comunale
Domenico De Rosa

Paola, il Consigliere De Rosa contro il disfattismo minoritario ultima modifica: 2014-06-14T22:15:20+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.