Attraverso una Nota Stampa appena diramata, il Primo Cittadino di Paola ha reso nota la propria posizione in merito al problema rifiuti che sta condizionando l’attualità cittadina.

Prendendo le distanze dalla macchina burocratica calabrese (definita inefficiente e inadeguata), Basilio Ferrari confessa di sentirsi “frustrato” come amministratore perché, seppur appaltato con bando europeo, il progetto paolano per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti naufraga nelle carenze di una Regione ferraginosa ed inerte.

Sull’identità del progettista del “modello” su cui è basata questa Regione Calabria il Sindaco di Paola non si sbilancia, forse è un dettaglio trascurabile. Tuttavia è importante annunciare la modalità attraverso la quale Basilio Ferrari intende muoversi per sollecitare la risoluzione dell’empasse che vede Paola sui rifiuti, consistente nell’invito all’intervento proposto alle autorità regionali, governative ed ai gestori, di modo che si possano «evitare ulteriori ed ancor più gravi conseguenze».

Nota Stampa del Sindaco di Paola, Basilio Ferrari

Il Sindaco di Paola Basilio Ferrari interviene sulla mancata raccolta dei rifiuti che da giorni restano depositati vicino ai bidoni della raccolta, non solo nella Città di Paola.

Ferrari ha dichiarato: «La situazione venutasi a creare sulla raccolta rifiuti è irreale, paradossale, insopportabile. Il blocco della gestione delle discariche sta causando alla collettività su tutto il territorio una drammatica situazione di emergenza sanitaria oltre che un danno ingente per l’immagine e di conseguenza per l’economia e per gli operatori turistici.

Io ho il dovere di occuparmi della mia città che ingiustamente è costretta a pagare le pesantissime conseguenze dell’evidente inefficienza della macchina burocratica regionale totalmente inadeguata rispetto al problema che ci si presenta a seguito degli anni di commissariamento del settore ambiente.

Incomprensibili sono le motivazioni che hanno portato alla mancata soluzione di un problema su un servizio essenziale per la comunità.

In ogni caso io non posso esimermi da denunciare pubblicamente un simile scempio.

È profondamente ingiusto che i cittadini, già costretti a fare fronte a pesanti tributi debbano poi sopportare le conseguenze nefaste dei farraginosi meccanismi della burocrazia.

Ovviamente tutti devono acquisire una coscienza collettiva che impedisca il verificarsi della debacle finanziaria del sistema della gestione del ciclo dei rifiuti, soprattutto per quanto riguarda il mantenimento delle discariche dovuto anche all’inefficienza dei quindici anni di commissariamento che troppo a lungo ha tollerato l’inadempienza di tanti enti locali morosi.

È frustrante come amministrazione comunale abbiamo approvato un efficiente progetto per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti, appaltata con bando europeo, contenente un percorso virtuoso di raccolta differenziata anche mediante la realizzazione di apposita isola ecologica, ma nonostante ciò, tutto venga pregiudicato dalla summenzionata fase di stallo in quanto in ogni caso, non si può prescindere dal corretto funzionamento del settore delle discariche.

Sono convinto della necessità di accertare responsabilità ad ogni livello e per questo motivo nella giornata di ieri ho formalmente invitato le autorità regionali, governative ed i gestori per intervenire sull’emergenza sanitaria in corso onde evitare ulteriori ed ancor più gravi conseguenze».

Paola sui rifiuti, il Sindaco: «macchina regionale inadeguata» ultima modifica: 2014-06-26T17:38:30+02:00 da Redazione
Redazione

About