vendite della ps vita

Dalle stalle alle stelle. Aumentano le vendite della PsVita

Inauguro oggi una nuova rubrica della sezione tech. Visto che è giovedì e che questa sezione è tendenzialmente dedicata al mondo nerd…
Il Dott. Sheldon Cooper è pregato di non commentare.
La nuova rubrica ho deciso di chiamarla GioNerd.
Mi occuperò di articoli più tecnici rispetto al solito, sempre con la speranza di riuscire ad usare un linguaggio comprensibile anche a chi non è esperto di informatica e tecnologia.
Inauguriamo questa rubrica con quella che è la notizia della settimana. Una notizia che è un po’ nerd e un po’ di economia, ossia l’istantaneo aumento delle vendite della PsVita. Questa consolle, considerata la sorellina minore della PS3 e erede della playstation Portable fu annunciata all’E3 di tre anni fa e commercializzata a febbraio 2012 fu accolta freddamente dal mercato, nonostante avesse le caratteristiche ricercate dai videogiocatori: due stick analogici, touch screen, fotocamera integrata, la potenza della PS3, risoluzione video HD, schermo a led e titoli di grido come Assassin’s Creed Liberation, Uncharted: L’abisso D’oro, Killzone Mercenary e via discorrendo.
Con l’annuncio e l’uscita della nuova generazione di consolle, Playstation 4 in primis, sembrava che il piccolo gioiello di Sony fosse destinato al dimenticatoio.
Il mercato, e soprattutto quello ludico, insegna che basta poco per cambiare le sorti di un prodotto e così è stato anche per la PsVita, stando alle ultime notizie che giungono dagli USA sembrerebbe che Sony abbia difficoltà a rifornire i rivenditori per l’eccessivo aumento delle vendite.
Ho detto che basta poco a risollevare le sorti di un prodotto, fu così con la PSP, le cui vendite aumentarono grazie a Crisis Core.
Così come un videogioco ha salvato la Portable, un videogioco sembra aver salvato la PsVita ossia Borderlines 2.
Probabilmente è ancora troppo presto per Sony per cantare vittoria anche perché le vendite della consolle diretta concorrente, il Nintendo 3DS in tutti i suoi modelli, sono di gran lunga superiori, per via del prezzo più basso e anche per la semplicità con cui la si può hackerare. Probabilmente Sony dovrà fare un ritocco, avendo previsto per il proprio gioiellino una scheda di memoria dal formato utilizzabile solo con questo dispositivo, al prezzo delle memory card.
Infatti l’eccessivo prezzo rispetto alle micro SD porta i gamer ad acquistare i formati più economici, 8 o 16 Gb, di certo non bastano alla mole di dati che vengono caricati dai giochi e dai servizi legati alla consolle.
Insomma per concludere, sfruttando ironicamente un linguaggio medico: il paziente sembra avere qualche segno di ripresa, ora bisogna aspettare che la cura faccia effetto e eventualmente integrare con altri farmaci.
Come dico spesso, sarà vera gloria? Ai posteri l’ardua sentenza.

a cura del Dr. Hicks

About Redazione

Redazione

Check Also

lunga vita

La Regina è morta, lunga vita alla Regina

del Dr. Hicks Uno dei primi articoli della rubrica dedicata alla tecnologia è stato quello …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: