sabato , 29 Febbraio 2020
survival sull'isola di dino

La Calabria avrà un suo Reality: Survival sull’Isola di Dino

L’idea, nata a fine giugno ai piedi dell’isola più grande della Calabria, sta prendendo forma ora dopo ora e, ormai, il conto alla rovescia si è innescato da molto tempo. Meno 3 giorni all’inizio del social reality ed è grande l’attesa che si è creata intorno all’evento.

L’amministratore unico dell’Isola di Dino club Matteo Cassiano ci ha creduto fin dalla sua fase embrionale ed ora non resta che attendere pochi giorni.

Lunedì 15 settembre si parte. 10 giorni di avventura di sopravvivenza durante i quali 10 persone, in autogestione, si immergeranno completamente nel verde e nel terriccio della nostra Isola di Dino.

«Finalmente! Siamo quasi giunti al giorno tanto atteso – commenta Cassiano – non senza qualche difficoltà. Dalla selezione dei partecipanti, alla gestione del canale che gestirà le dirette streaming, all’organizzazione in generale. Non voglio svelare troppe sorprese, ma sarà un’esperienza che i concorrenti non dimenticheranno».

Gli avventurieri, oltre alla prova di sopravvivenza infatti saranno sottoposti ad una prova di resistenza e di astinenza nei confronti della tecnologia.

Niente cibo o acqua, niente sigarette, niente comodità, nessun contatto con la terraferma e soprattutto dimenticatevi della tecnologia: non sono ammessi cellulari, pc, tablet nulla se non delle macchine fotografiche che gli avventurieri potranno utilizzare non appena metteranno piede sull’isola, allo scopo di documentare le proprie giornate e le proprie scoperte. Unica concessione: un bagaglio del peso pari o inferiore al 10% del proprio peso corporeo, contenente tutto ciò che i concorrenti riterranno utile e che non figuri sull’elenco delle voci vietate.

survival sull'isola di dino
Matteo Cassiano

«Non sarà una passeggiata per i nostri intrepidi partecipanti – continua l’ideatore del progetto – come non è stato facile pensare all’organizzazione dell’evento. Niente mi ha scoraggiato, neanche il vile atto di intimidazione e sabotaggio nei confronti della mia persona e del progetto in generale».

Nei giorni scorsi, infatti, l’imprenditore praiese eseguendo uno degli ultimi sopralluoghi sull’isola, in vista dell’inizio di Survival, ha scoperto una serie di danneggiamenti che hanno rischiato realmente di far saltare il reality.

«Le condizioni in cui ho trovato l’isola erano disastrose – ricorda Cassiano – oltre i danni alle abitazioni, scavi, fuoco ad oggetti vari scritte e disegni sui muri, questi ignoti che si sono recati sull’isola solo per arrecare un danno ad un progetto di promozione territoriale che va a beneficio dell’intero comprensorio. Il danno peggiore è stato quello provocato al sezionatore di energia elettrica e alla casa da me prescelta come sede delle regie per le dirette. Senza questo strumento e questo luogo, difficilmente saremmo riusciti a realizzare il progetto».

Gli ultimi giorni di preparazione sono stati dunque i più impegnativi, visti i tempi stringenti.

«Grazie all’instancabile lavoro del mio staff – conclude l’imprenditore praiese – abbiamo fatto ulteriori sopralluoghi e stiamo cercando di risolvere completamente la situazione. Survival si farà comunque nonostante le numerose non preventivate difficoltà».

Non resta altro che aspettare qualche giorno e preparare l’occorrente per gustare dai social network, attraverso le dirette streaming tutte le avventure nelle quali si ritroveranno i nostri partecipanti e quali saranno i progetti che l’Isola di Dino ispirerà loro nel corso della loro permanenza.

About Redazione

Redazione

Check Also

fermata bus rione croce

Paola – Venerdì “via” a lavori per rendere sicura fermata Bus di rione Croce

La fermata dei Bus a Rione Croce, sulla SS18 a Paola, avrà finalmente una configurazione …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: