Ricompattatasi nel corso degli ultimi giorni, perché la maggioranza di Basilio Ferrari ha avuto bisogno di un tempo superiore alle 24 ore per “trovare la quadra”, l’amministrazione comunale di Paola s’avvia a pianificare l’immediato futuro della città. Almeno sul piano urbanistico.

Stanti alcune indiscrezioni, intercettate laddove l’assetto gestionale del Sant’Agostino avrebbe spostato il suo asse decisionale, sarebbero in arrivo cospicue novità.

La svolta “green” voluta dal sindaco non sarebbe limitata alla sola raccolta differenziata dei rifiuti, bensì coinvolgerebbe anche altri ambiti, tra i quali spicca il trasporto urbano. Nella disponibilità del comune ci sono attualmente tre bus navetta risalenti all’amministrazione Perrotta, ma presto – pare – altri tre mezzi con caratteristiche simili dovrebbero essere aggiunti. Questo perché, nell’intenzione dell’amministrazione, si dovrebbe andare a potenziare un settore che, oltre a fare un piacere all’ambiente, dovrebbe anche costituire un ottimo deterrente per decongestionare il traffico cittadino.

Proprio sul fronte della viabilità sarebbero in arrivo ulteriori innovazioni come, ad esempio, una “zona a traffico limitato” che dovrebbe essere introdotta nei pressi del Santuario. Il luogo più frequentato della città sarà probabilmente inibito ai non residenti che, per raggiungere l’epicentro del culto cittadino, potrebbero dover far ricorso al “sevizio navetta”.

È anche probabile che, per dimostrare un ulteriore avvicinamento agli stili di vita europei, un’altra isola pedonale farà la sua ri-comparsa in città. Sempre secondo i ben informati, l’amministrazione avrebbe intenzione di chiudere un terzo dell’intero asse carrabile del lungomare “San Francesco”. Un troncone che sarebbe stato individuato nell’intero lato sud, quello localizzato svoltando a sinistra dall’ingresso principale sito aldilà dei “Tre Ponti”. Un’idea che sarebbe già stata proposta e che sarebbe attualmente al vaglio della giunta. Un’idea che era stata già “realizzata” da Roberto Perrotta e che quest’amministrazione si proporrebbe di «ri-fare, ma “meglio”» (così com’è accaduto anche per la raccolta differenziata e per il calpestio di Corso Roma).

Tuttavia, nonostante ambiziose intenzioni, la maggioranza – nella “quadra” – avrebbe trovato anche una “cornice”. Ovvero una situazione che, se confermata, potrebbe condizionare tutta la serie di suggestioni sin qui proposte. Dalla riunione di giovedì sarebbe emersa una problematica relativa alla formazione dei nuovi gruppi consiliari, laddove lo sciolto Pdl si è tramutato in una slavina. La nuova formazione che avrebbe dovuto affiancare il trio di Forza Italia non si sarebbe “formata”.

Paola – La svolta green di Ferrari ultima modifica: 2015-02-08T17:46:55+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.