I rapporti tra istituzioni e cittadini, soprattutto quando si tratta l’argomento del lavoro, difficilmente si risolvono con reciproca soddisfazione. Generalmente il tutto si esaurisce in una relazione gerarchica nella quale il tassello più basso, ovvero il cittadino, si trova a dover accettare le condizioni meno svantaggiose propostegli da chi governa. Eppure, a Paola, questo nesso è stato stravolto.

A litigare sulla questione non sono i cittadini e lo Stato, bensì apparati diversi dello Stato stesso. Nella fattispecie, comune e provincia.

È notizia dell’altro ieri l’incontro tra i lavoratori in mobilità del comune e il consigliere provinciale Graziano Di Natale, con quest’ultimo che – sollecitato sulle questioni del mancato pagamento delle loro spettanze e della pianificazione relativa al loro futuro – si è fatto carico di contattare un funzionario regionale.

La cosa, stanti le indiscrezioni trapelate da un incontro tenutosi ieri mattina in comune, avrebbe indispettito il sindaco Ferrari che, convocati i lavoratori, li avrebbe strigliati.

Informato dell’accaduto, Graziano Di Natale ha chiosato sull’atteggiamento del primo cittadino con queste parole: «Il fatto è di una gravità inaudita ed è il secondo sgarbo istituzionale che il sindaco di Paola mi rivolge. Aver convocato dei lavoratori per chiedere spiegazioni sull’incontro avuto con il sottoscritto e contestare loro iniziativa, anche in malo modo, quasi a voler vietare incontri con altri se non con il Sindaco, dimostra in che mani siamo».

Anche questa è Paola: litigi sui disagi dei lavoratori ultima modifica: 2015-03-26T18:15:32+01:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.