assessore paolo siciliano

Paola – «L’ assessore Paolo Siciliano deve dimettersi» [BUFERA SULLE PARI OPPORTUNITÀ]

L’intervista pubblicata ieri su queste colonne (clicca qui per vedere il video), rilasciata dall’ assessore Paolo Siciliano per chiarire il senso delle sue dichiarazioni nei riguardi del genere femminile, ha suscitato più di una replica. Ad intervenire nuovamente è stato il circolo Arci “Piera Bruno” cui, questa volta, si è affiancato il movimento politico “Paola al Centro”, presente in consiglio comunale tra i banchi della minoranza.

«Caro Assessore – si legge nella nota firmata dall’Arci – abbiamo letto con attenzione la sua replica, ed è evidente che, per quanto si impegni, Lei non può rettificare ciò che profondamente e convintamente pensa, perchè per farlo dovrebbe cambiare il suo modo di essere. Con la sua replica non solo riconferma quanto già sostenuto in occasione della festa della donna, ma dimostra, una volta di più, quanto i suoi ragionamenti ricalchino in pieno i classici stereotipi maschilisti. Lei è totalmente inadatto e culturalmente incompatibile col ruolo che ricopre perché disconosce, o colpevolmente ignora, la realtà dei fatti. Perché ignora, ad esempio, che le donne in Italia, sebbene statisticamente più istruite, percepiscono uno stipendio in media del 7,3% più basso rispetto agli uomini, dato per altro in peggioramento dal 2007. Ignora che il “Global Gender Gap Report 2014” vede l’Italia, nella classifica per la parità di diritti tra uomo donna da un punto di vista economico, solo al 97-esimo posto su 114 paesi studiati. Ignora che nei ruoli chiave – le cosiddette key position – il gap con gli uomini è un vero e proprio abisso: su 613 grandi aziende europee quotate in Borsa, i presidenti donna rappresentano solo il 7% del totale, mentre nei cda il rapporto è di 20 a 80. Confonde la paura di denunciare una violenza con la voglia di continuare a subire e crede erroneamente che colpevolizzare, una volta di più, una vittima di abusi la si esorti a denunciare.
Deve dimettersi per onestà intellettuale perché, pur volendo forzatamente ignorare la realtà, pur fingendo per un attimo di sposare la sua tesi che vuole la parità raggiunta da ormai più di venti anni e le donne occupare posti “esasperatamente” alti, non avrebbe alcun senso l’istituzione stessa di un assessorato delle pari opportunità. Non potendo chiederle di porgere le scuse per concetti di cui Lei è evidentemente profondamente convinto, Le chiediamo un atto assolutamente logico e consequenziale, ovvero quello di rimettere la delega di assessore alle pari opportunità».

E “Paola al Centro”, sulla stessa lunghezza d’onda, aggiunge: «Se l’assessore alle pari opportunità ed il Sindaco della nostra città, nella intervista ad una tv locale l’otto marzo, erano stati indelicati, insensibili ed irrispettosi verso le donne, con espressioni da censura, ieri nella spiegazione alle sue brutte parole l’assessore alle pari opportunità ha fatto peggio. Riteniamo con la massima serenità che un assessore alle pari opportunità che fa quei ragionamenti in un mondo democratico, civile e che va avanti nelle conquiste dei diritti deve solo fare una cosa: dimettersi. Come abbiamo già scritto su facebook fortunatamente la stragrande maggioranza dei paolani non sono e non la pensano come l’assessore e come il Sindaco».

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

cosimo de tommaso

S. Lucido – 2023 voti: Cosimo De Tommaso è sindaco. Risultati lista vincente

Alla fine l’ha spuntata il “nuovo”, nel senso dell’età anagrafica della formazione con cui, l’imprenditore …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: