La prova generale per sondare “al banco” le prestazioni del tavolo tecnico sulla sanità si è tenuta ieri, quando dinnanzi al neo commissario dell’Asp cosentina, il dr. Gianfranco Filippelli, i medici dello spoke di Paola e Cetraro (affiancati dal consigliere provinciale Graziano Di Natale), hanno manifestato le proprie intenzioni riguardo a ciò che sarà presentato fra meno di una settimana al governatore Oliverio.

Una riunione formalmente diversa da quelle tenutesi fino ad oggi, un simposio categoriale che ha potuto verificare sul posto la validità della rotta tracciata in questi ultimi tempi, perché per la prima volta – seppur visibile su un volto “familiare” – le proposte per risollevare la sanità della costa hanno incontrato l’espressione di un referente autorevole e ormai consolidato al proprio posto gestionale.

Filippelli si è seduto a capotavola e, dopo un’introduzione nella quale ha chiarito le ragioni per le quali ha ritenuto di poter e dover accettare l’incarico assegnatogli, si è immediatamente posto in una condizione d’ascolto. Al primo piano del nosocomio paolano, laddove è situato il reparto di Oncologia, il politico (Graziano Di Natale) e i tecnici (ognuno afferente a un differente reparto dell’ospedale) hanno quindi iniziato il “primo” contatto diretto con l’istituzione che, insieme alla Regione, vorrebbero al fianco nella sfida per rilanciare le attività di uno spoke che stenta ad essere funzionale.

Riassunti in una scala di otto punti, gli argomenti sono stati presentati al commissario in quest’ordine: 1) carenza globale di personale medico e infermieristico; 2) pronto soccorso da rafforzare con strutture utili all’osservazione breve; 3) posti letto da aumentare per il reparto di oncologia in modo da evitare la migrazione dei malati in quello di medicina; 4) pianta organica e strumentistica da rafforzare per cardiologia (e Utic); 5) necessità di posti per la rianimazione (sia “normale” che “post-operatoria”); 6) “Distretto” da trasferire dall’attuale collocazione, 3° piano del “San Francesco”, alla struttura ricavata nell’ex professionale di Rione Colonne; 7) “situazione frana” da risolvere nel breve termine; 8) “parcheggi a pagamento” da rimodulare secondo canoni diversi da quelli attuali.

Tutti argomenti che il neo commissario ha mostrato di condividere, dichiarando apertamente di voler: «Sanificare le situazioni descritte». Un inizio incoraggiante il cui seguito, adesso, sarà affidato al presidente della giunta regionale, Mario Oliverio.

Paola – Tavolo Tecnico Sanità: Filippelli accoglie le proposte ultima modifica: 2015-03-26T17:47:51+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.