Grazie all’iniziativa di due privati, nella fattispecie l’Associazione Stillo ed il gruppo Tri (Teleradio Immagine), in poche ore (e fra poche ore) la città di Paola vivrà un sabato di cultura. Inizia la Musica a palazzo Stillo, finisce il Teatro all’Odeon.

Questo ciò che andrà in scena, alle 19.00 presso il palazzo Stillo-Ferrara:

LOCANDINA18aprile_web

Clicca ed espandi la locandina

Lo spettacolo “Le Parole degli Eroi” di scena per l’Associazione Stillo
Prossimo appuntamento della Stagione Concertistica “Armonie e Arte a Palazzo dell’Associazione Stillo Sabato 18 Aprile alle ore 19.00 sempre presso Palazzo Stillo Ferrara, dimora storica sede del sodalizio nel cuore del centro storico di Paola, il lavoro “Le Parole degli Eroi” testi di Francesco Terrone e musiche originali di Francesco Perri.
Lo spettacolo per voce recitante e pianoforte nasce in occasione del Centenario sulla I° Guerra Mondiale, la macelleria d’Europa con 16 milioni di morti circa.
Si struttura in due parti: la prima parte con l’esecuzione di Le Parole degli Eroi, lettere dei soldati dal fronte, rivisitate dal poeta campano Francesco Terrone con la musica originale di Francesco Perri e la seconda parte con una antologica sulla poesia di guerra con testi di Alvaro, Poletti, D’Annunzio, Pavese, Ungaretti, Chaplin. Le musiche, originali e riarrangiate, sono di Francesco Perri che, per la Grande Guerra nel quadriennio (2014-2018), sta curando, un percorso artistico-culturale, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dedicato alla riscoperta della memoria presso le giovani generazioni. Un’ occasione quella del centenario della Prima Guerra Mondiale che non poteva essere trascurata dall’Associazione Stillo sempre molto attenta alle ricorrenze.

Per quanto concerne il Teatro, così come documenta la foto allegata, tutto è pronto per l’andata in scena della pièce “Gioia di Papà”, alle 20.30 con prezzi a partire da 10 euro a biglietto.

IMG_20150418_100924

La scena allestita per stasera

Nella commedia sviluppata in due atti e recitata in dialetto cosentino, tutto parte dalla domanda: «Ti piacerebbe avere un bambino?»

Un quesito quanto mai attuale in Italia, legato alla volontà di non procreare. La vicenda vede protagonista un affermato dentista eternamente fidanzato, preso da priorità che non prevedono la presenza di un figlio. Nonostante questa ferrea volontà, legata anche a questioni di natura psichica, la storia messa in scena si svilupperà secondo una trama che condurrà lo spettatore a porsi le domande dei protagonisti, ridendo in più di un’occasione ma riflettendo spesso su una condizione umana che, speculare nei due generi, potrebbe riservare più di una sorpresa.

Paola – Sabato di cultura con Musica e Teatro ultima modifica: 2015-04-18T16:31:44+02:00 da Redazione
Redazione

About