COSENZA – Moda Movie, incrocio e contaminazione fra culture.  

Crossing Cultures, incrocio e contaminazione fra le culture è il leit motiv della 19edizione di Moda Movie l’importantissima manifestazione che ha come obiettivo celebrare la relazione tra il mondo della moda, del cinema e delle arti, attraverso l’estro di talenti creativi emergenti con un’attenzione particolare verso il territorio calabrese e le sue peculiarità. E proprio ieri si è svolta nell’incantevole cornice del Chiostro di S. Domenico a Cosenza la conferenza regionale di presentazione dell’edizione 2015. La manifestazione avrà nelle giornate del 31 maggio e del 1° giugno prossimi il momento culminante, con lo svolgimento delle due serate evento dedicate al Cinema e alla Moda e attraverso i molteplici appuntamenti collaterali che fanno di Moda Movie un progetto vario e articolato. Durante l’affollata conferenza, moderata dalla giornalista Rai Livia Blasi, ci si è più volte soffermati sul tema Crossing Cultures, riconosciuto come precursore di un trend destinato ad essere sempre più presente nella società odierna. Il festival Moda Movie è già entrato nel vivo grazie a Mod’Art Open Air, introdotto da Paola Orrico, project manager del progetto: 17 abiti, realizzazioni degli stilisti in concorso (15 + 2 riserve) sono da qualche giorno esposti nelle vetrine di selezionati negozi del centro cittadino, fra i quali verranno scelti le creazioni vincitrici di Moda Movie 2015. E’ stata inaugurata inoltre la mostra di Silvio Vigliaturo “Alle origini del vetro. Contaminazioni/mescolanze negli spazi della Biblioteca Nazionale di Cosenza. In conferenza, parlando delle sue opere, il maestro Vigliaturo ha affermato che “l’umanità ricerca da sempre la bellezza e il mio fare arte non è altro che inseguire la bellezza”. Fra il pubblico presente anche la cantante Verdiana, che sarà ospite di Moda Movie durante la serata Evento Moda, l’artista Luigia Granata, al suo debutto nel mondo della moda con le creazioni in seta che sfileranno il 31 maggio in occasione dello showcase “Moda♥Cibo” all’Ariha Hotel di Rende, e i referenti dei cori Euterpe e Italia senza Frontiere. L’assessore Rosaria Succurro ha avuto parole di elogio per la manifestazione che coniuga creatività e cultura e che da qualche anno si avvale del patrocinio dell’amministazione comunale di Cosenza, mentre il direttore artistico Sante Orrico si è soffermato sul parterre prestioso che compone la giuria e che prenderà parte al workshop denominato  “Meetissage – moda, cinema, arte” e al convegno sul tema “La ricchezza nell’altro. Contaminazioni, innovazioni sociali e culturali”. Fra gli altri basti citare Barbara Molinario, direttore di Fashion News Magazine, Antonio Mancinelli, caporedattore di Marie Claire, Michela Zio, scrittrice, docente, giornalista di MF Fashion Rai Due, Patrizia Calefato, studiosa di moda e docente all’Università degli Studi di Bari, Vincenzo Linarello, presidente del Gruppo Goel-Cangiari, Liuba Popova, esperta di moda e docente del Naba di Milano, Heléne Blignault, antropologa e saggista, e Paolo Orlando, direttore commerciale di Medusa Film.

Ogni incontro targato Moda Movie si arricchisce del momento conviviale Sapori Mediterranei, con le specialità enogastronomiche della cucina calabrese.

Foto: Gianmaria Comito

 

Moda Movie, incrocio e contaminazione fra culture ultima modifica: 2015-05-26T17:25:16+02:00 da Mafalda Meduri