Di Settimio Alo’

suolo comunale

Foto di Settimio Alo’ – clicca per espandere

Il problema rifiuti, (meglio forse definirlo dramma), sembra che ad Amantea si sia gradualmente regolarizzato: la cittadina infatti si presenta pulita e tenta di mostrar di se, la migliore immagine e cartolina possibile. Eppure, c’è una zona, una contrada periferica a ridosso della ss18 (comunque sul suolo comunale), dove lo scaricare abusivamente ed in modo quanto mai oltraggioso rifiuti di ogni sorta grandezza e genere, sembra ricadere nella più classica zona franca, quelle aree non solo visibili, ma per l’appunto periferiche e quindi lasciate in abbandono a se stesse, e nel degrado assoluto incontrollato e purtroppo che non trova giustificazioni nel non intervenire in maniera decisa e perentoria, da parte di tutte le Istituzioni competenti, nessuna esclusa. Stiamo parlando di Acquicella contrada nel comune di Amantea, tangente alla ss 18 all’altezza di semafori lampeggianti non funzionanti da anni dove passanti residenti o chiunque abbia desiderio di deturpare ambiente strada ed immagine di Amantea (Acquicella segna geograficamente l’ingresso nella cittadina tirreno cosentino per chi percorre la ss18 da nord a sud) che mostra anche quest’altra cartolina, pessima e desolante per chi invece ne voglia godere di bellezze storiche e turistiche. E mentre proseguono le segnalazioni questa area è e resta discarica a cielo aperto mostrando il lato peggiore, di un senso civico inesistente, soprattutto alle porte della stagione estiva, dove nel territorio si registra un aumento considerevole di presenze e di cittadini che partono per le vacanze. Nonostante gli sforzi non si riesce a trovar soluzione ad una vicenda che rappresenta uno stillicidio ed un martirio ambientale dove la citata contrada Acquicella è evidentemente vittima e martire predestinata.

Amantea – Il suolo comunale degradato dai rifiuti ultima modifica: 2015-06-17T09:13:30+02:00 da Redazione
Redazione

About