La delibera di giunta che avrebbe dovuto determinare la comparsa degli autovelox a postazione fissa sul territorio cittadino, sarebbe stata ritirata. Trattandosi di un atto ponderato dall’esecutivo su proposta dell’assessore alla viabilità Paolo Siciliano, la stranezza insita nel suo annullamento assume tratti misteriosi che – ricostruiti a partire da alcune indiscrezioni fuoriuscite da ambienti di maggioranza – rischierebbero di far vacillare l’asse tra il Pri di Sergio Stancato ed il sindaco Ferrari.

Alla base del ritiro inflitto al documento 98 del 10/06/2015, ci sarebbe una difformità tra quanto sottoscritto dagli assessori e ciò che sarebbe stato affisso sull’albo pretorio. Una questione, pare, basata sulle cifre e le tempistiche relative al noleggio degli strumenti di misurazione della velocità veicolare.

Questa ulteriore cassata, potrebbe essere il cardine per un nuovo affondo del consigliere Francesco Aloia che, da quando è stato estromesso dal gruppo consiliare e dal partito repubblicano, starebbe esercitando pressioni sul sindaco affinché si provveda, celermente, ad una sostituzione dell’avvocato con deleghe – oltre che alla viabilità – anche alle pari opportunità.

Lo smacco a Stancato sarebbe ulteriormente aggravato da un venticello filtrato dagli ambiti consiliari centro destrorsi, laddove si vocifera che il documento bocciato non sarebbe stato neanche farina del sacco di Siciliano, in quanto l’autore “ombra” della proposta presentata dal collega di giunta, sarebbe il vicesindaco Francesco Sbano.

Una questione che – sicuramente – animerà dibattiti post-consiliari.

Paola – Ritirata delibera autovelox. Assessore bocciato? ultima modifica: 2015-07-24T08:51:08+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.