Inizialmente, qualcuno, notando quei rapsodici movimenti tra i rami dei pini che guarniscono la “neorinominata” villa che un tempo fu di Umberto I° e che – l’attuale amministrazione – ha intitolato a Carlo Alberto Dalla Chiesa, aveva pensato ad un ecologico reinserimento faunistico.

Molti, distrattamente, si erano convinti che una mente ambientalista avesse ispirato qualche amministratore a reintrodurre, in un ambiente a loro confortevole, quei simpatici roditori che con i loro funambolismi rendono felici i bambini.

Invece, amaramente, aguzzando lo sguardo per cercare un discernimento enciclopedico, coloro che hanno avuto modo di riconoscere le bestiole che stanno infestando la vegetazione della villa comunale, si sono accorti che non si trattava di scoiattoli, bensì di topi.

Considerando che il comune non effettua opere di disinfestazione da molto tempo, determinando un’insostenibile situazione nel vicino quartiere delle Colonne, è probabile che i ratti stiano rapidamente salendo lungo i crinali della città. Tant’è che la villa comunale è praticamente dirimpetto alla Marina che è attigua al rione i cui abitanti, esasperati, avrebbero “sigillato” interi piani di abitazioni a rischio invasione.

Continuare a menare il can per l’aia, adducendo come scusa il dissesto finanziario dell’ente, potrebbe non bastare più agli attuali inquilini del Sant’Agostino.

Infatti, nonostante la stagione estiva stia ormai volgendo al termine, sono prossimi i festeggiamenti per l’otto di settembre che, in città, significheranno un notevole afflusso di persone alla zona del centro. Con le bancarelle allestite di fianco alla villa comunale, sarebbe indecoroso farla trovare popolata da sorci arboricoli.

Paola – Avvistati sorci arboricoli nella Villa Comunale ultima modifica: 2015-08-19T18:26:54+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.