utc di paola

UTC di Paola: il “supporto” Pavone prevarica il “titolare” Romito [Semplici Scaramucce?]

Continua la saga di situazioni, apparentemente “inspiegabili e paradossali”, che starebbero prendendo vita all’interno dell’Utc paolano.

Se qualche giorno fa è stato dato conto di un bisticcio basato su motivi tutt’altro che futili, scorrendo la cronologia di eventi “registrati” nel predetto ufficio, ce ne sarebbero stati tanti altri – forse meno cruenti ma altrettanto clamorosi – che avrebbero avuto identica e “supportante” matrice.

Come già scritto recentemente, la pianta organica del settore di Via Baracche è stata innestata con una figura specifica che, dal suo ingresso ufficiale “in rosa”, non avrebbe ancora raggiunto quei livelli di sintonia necessaria con i dipendenti già presenti, tale da giustificarne l’attuale e prolungata presenza.

Dopo le varie questioni già pubblicate, ecco spuntare un carteggio protocollato presso l’ente comunale cittadino, una serie di missive che “stonerebbero” ancora una volta con l’assetto gestionale dell’Utc.

Sebbene sul sito ufficiale del comune di Paola (www.comune.paola.cs.it), nella sezione dedicata agli “uffici”, quella riguardante il settore “lavori pubblici – urbanistica – protezione civile – manutenzione – appalti e contratti”, sia articolata in questo modo: «Dirigente Responsabile del Settore: ing. Antonio Vigliotti Sostituto in caso di assenza od impedimento temporaneo del predetto funzionario: geom. Salvatore Romito»; sarebbero accadute delle circostanze in cui il rimpiazzo legittimo del responsabile sarebbe stato “scavalcato”.

Nonostante con due missive protocollate l’ing. Fabio Pavone (“supporto al Rup”) abbia specificato le mansioni di sua competenza, manifestando – in data 29.04.2013 – una «disponibilità generale» per i servizi di «gestione attività demanio» e per quello del «servizio idrico integrato» (quest’ultimo, disconosciuto in precedenza – con lettera protocollata il 22.04.2013 – perché non: «proporzionalmente adeguato alle proprie attitudini»); alla data dell’otto maggio dell’anno successivo (2014), lo stesso si è preso la briga di vergare una missiva in cui ha segnalato la «proposta di una comunicazione da inoltrare» in cui era indicato l’annullamento di una «disposizione» del Rup suo superiore, Salvatore Romito. La vicenda riguardava i lavori al cimitero, che Romito avrebbe disposto di sospendere al momento in cui erano arrivati alla soglia dei 40mila euro e che invece, secondo Pavone, si sarebbero dovuti fermare solo una volta giunti ad uno stato di avanzamento di 60mila, per evitare al comune di «essere soccombente in un’eventuale controversia giuridica». Secondo l’ingegnere “di supporto”, l’annullamento disposto da Romito sarebbe stato: «senza alcuna disposizione valida ai fini della legge che disciplina la materia». Quindi, oltre che ingegnere, anche un po’ avvocato – pertanto – autorizzato ad esprimersi con tanta sicumera e – forse – tenuto in considerazione dall’amichevole amministrazione targata Ferrari.

Mettendo da parte l’italiano adoperato nel testo (alcune “a” vengono presentate come “ha” e “2014” diventa, in almeno un caso, “204”), ciò che continua a sorprendere è l’atteggiamento padronale manifestato. Forse favorito da quei 7.400 euro che, con atto protocollato al n. 14561 lo scorso 31 agosto, il nuovo responsabile del 2° settore (il geometra Giovanni De Medici) ha stanziato per lui nella ridefinizione del «Quadro economico del progetto definitivo/esecutivo» relativo proprio ai «Lavori di Ristrutturazione e Ampliamento dell’esistente Cimitero Comunale». Coincidenze?

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

rete dei beni comuni paola

Paola – Cambiamento in minoranza: Giuliana Cassano (RBC) si dimette

La consigliere capogruppo del movimento politico culturale “Rete dei Beni Comuni” (RBC), Giuliana Cassano, subentrata …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: