comitato bonavita

Ospedale di Paola – Il “Bonavita” attende ma non demorde

Con una perseveranza encomiabile, senza lasciarsi scalfire dalla “contaminata” attualità cittadina, il comitato popolare “Michela Bonavita” continua a tenere alta l’attenzione sulla vicenda che interessa l’ospedale “San Francesco di Paola”.

Temendo gli effetti delle recenti disposizioni, gli attivisti hanno inteso disporsi in un assetto difensivo: «Recenti impegni assunti – sostengono dal “Bonavita” – dai responsabili del settore tecnico dell’ASP (in primis dal dirigente Buoncristiano) a seguito delle sacrosante richieste del Comitato, sembravano essere recepiti. Fumo negli occhi! Oggi tutto è fermo e non è stato avviato alcun lavoro di impianto nel settore radiologico e neanche è stato avviato l’impiego del mammografo per il quale si era speso lo stesso Direttore dello spoke. All’esimio Dott. Scura, oltre a rammentargli che questo comitato attendeva un cenno di riscontro all’ultima lettera aperta inviatagli, vuole ricordare che se sottovaluta la situazione denunciatagli a difesa di una fetta di umanità, donne e uomini in carne ed ossa, commette un grave errore morale e materiale come quello che quotidianamente si commette non considerando il grido di dolore e di angoscia proveniente dai tanti disabili e dalle loro famiglie. Non possiamo omettere un riferimento al Commissario ASP, Dott. Filippelli del quale non si conoscono obiettivi e proposte. Tutto ciò è di una gravità inaudita. Non può fare a meno, oltre che come commissario, anche operatore nella struttura del “San Francesco” di far finta di non conoscere la drammatica situazione del personale; questo vogliamo ricordarlo allo stesso Dott. Cesareo, di comprovata conoscenza dei problemi, che abbiamo il sospetto che tutto ciò serva al progetto di svuotamento del “San Francesco”. La carenza del personale ed il conseguente trasferimento degli interventi da Paola a Cetraro, comproverebbe, miserevole espediente, la “ragione” dei provvedimenti stessi. Aperte rimangono le questioni, attività di Pronto Soccorso e dei servizi in genere. Un ultimo esempio, la carenza di anestesisti pregiudica soprattutto l’intera struttura chirurgica e costringerà, se non sarà posto rimedio, all’abbandono di personale con grave danno alla struttura e agli utenti, oltre che agli operatori. A questo Comitato – conclude la nota – che ha vigilato e continuerà a farlo, non rimane altro da fare che chiamare a raccolta tutti, perché uniti si respingano una volta per tutte le perverse volontà di mortificazione della nostra città».

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

Paola – Dal 7 Agosto c’è “Hashtag”: la Casa del Popolo mostra il presente

Venerdì 7 Agosto, alle ore 19:00, nei locali della Casa del Popolo, a Paola, sarà …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: