«Sono soggetti agli obblighi di pubblicazione relativamente alla situazione reddituale e patrimoniale i componenti degli organi di indirizzo politico nei comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti». Questo estratto è una parte del testo che compone la delibera n. 144 del 07 ottobre 2014 firmata da Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac). Ora, datosi che l’amministrazione Ferrari pare avere un rapporto di simpatia alterna con l’autorità in questione, si è reso necessario ricercare sull’albo pretorio uno straccio di documento che andasse incontro a quanto prescritto.

schermata-dedicata-amministrazione-trasparente

Sezione del sito ufficiale del Comune di Paola, dedicata all’Amministrazione Trasparente

In parole povere, effettuando una ricognizione grazie al motore di ricerca interno al sito che diffonde le notizie ufficiali del comune di Paola, è stato possibile reperire informazioni sui patrimoni della giunta e dei consiglieri solo fino all’anno 2013. Al collegamento con la pagina dedicata all’Amministrazione Trasparente, cui ne consegue un altro con l’aggiunta del termine “New” (che conduce ad una pagina inutile e non navigabile), si aprono una serie di “cartelle” la cui navigazione è abbastanza farraginosa, lenta e – soprattutto – inattuale.

Considerando che la città di San Francesco ha una popolazione che supera i 15mila abitanti, il mancato aggiornamento delle dichiarazioni dei redditi di coloro che dibattono nell’aula “Lo Giudice”, di quelli che dirigono l’azione amministrativa nel corso delle riunioni di giunta e dei componenti degli organi di indirizzo politico, potrebbe suonare come una mancanza che – da qui a sedici mesi – all’atto della prossima campagna elettorale rappresenterà senz’altro un’arma “di offesa” da parte degli oppositori dell’attuale maggioranza. Perché la mancata diffusione di questi dati sarebbe inquadrabile nel contesto delle “opere incompiute”.

sezione-consiglieri

Parte dedicata ai Consiglieri

Fino a qualche tempo fa, gli unici ad aver incasellato i dati all’interno di queste pubblicabili tabelle, per quanto concerne i consiglieri, sono stati: Emira Ciodaro, Graziano Di Natale, Silvio Buono, Ivan Ollio e Roberto Perrotta. Peccato che con l’abbandono di questi ultimi due dell’aula consiliare sia decaduta la necessità di spulciare i loro conti, eventualità che invece dovrebbe essere concessa nei confronti di coloro che stanno affannandosi a risparmiare il fiato per dare a Paola un maquillage più attraente da offrire in pasto al Sesto Centenario. La giunta invece, nella sezione dedicata, appare al completo ad esclusione del solo Marco Cupello. Le cartelle di Ferrari, Mannarino, Gaetano, Sbano e l’ancora presente Massimo Focetola, sebbene targate “2013”, sono disponibili.

sezione-assessori

Parte dedicata all’esecutivo

Visto che l’Anac viene spesso scomodata, dall’amministrazione Ferrari, per “impegnare” spese da effettuare nei confronti dei privati gestori di servizi di pubblica utilità, considerato che la stessa autorità verrebbe invece snobbata laddove i socialisti e Paola al Centro hanno chiesto chiarimenti in merito alle nomine in seno all’Utc (dove pare che l’espressione utilizzata dall’ente presieduto da Cantone, incastonata in un avviso dal sapore di “richiamo”, sia stata dedicata: «al ripristino della corretta procedura alla luce delle disposizioni violate») un “segno di pace” e di continuità potrebbe essere rappresentato dalla pubblicazione delle cartelle mancanti, complete con i dati relativi alle eventuali partecipazioni ad aziende, società e altri tipi di iniziative, documenti cui – per legge – dovrebbe anche essere accluso il curriculum di ciascun rappresentante.

Paola – L’amministrazione trasparente è ferma al 2013 ultima modifica: 2016-01-27T10:22:25+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.