ferrari

Paola – Ferrari smentito su raccolta firme. Psi&Pd denunciano il bluff

Ricostruire le vicissitudini che hanno contraddistinto gli spasmi della politica paolana negli ultimi giorni, significa battere una serie di piste polverose, sulle quali persino il fiuto del segugio più audace rischia di confondersi. Nel mulinello della tromba d’aria fritta che ha percorso i banchi a destra dell’aula Lo Giudice, sono stati centrifugati gli strilli di (quasi) tutti i componenti della maggioranza. Un caos. In quella bolgia di strepiti minacciosi, a sovrastare ogni disumano grido s’è levato – comprensibilmente – l’acuto finale del sindaco Ferrari. Continuamente minacciato dal vortice rotante generatosi con la presa di posizione del leader del Pri, spinto al centro dell’occhio del ciclone dal duo assessorile afferente a “Grande Paola”, rintronato dai capricci di consiglieri tenaci, il primo cittadino paolano ha provato a deviare il turbine verso gli scranni della minoranza, forse per guadagnare tempo e assicurarsi una prosecuzione amministrativa.

facebook-1
Il primo “post” apparso a San Valentino su Facebook

Il primo “tentativo”, apparso nella serata di domenica sulla bacheca virtuale intestata a Basilio Ferrari sul social network “Facebook”, è stato orchestrato in questi termini: «Parrebbe che taluni consiglieri di minoranza – ha scritto il sindaco – starebbero tentando di “raccogliere firme” al fine di sciogliere il Consiglio Comunale. State sereni ché alla fine decide sempre il Popolo».

Probabilmente dubbioso riguardo l’articolazione grammaticale dell’accusa, nella quale sembrerebbe insistere un conflitto d’interessi tra i verbi al condizionale, l’avvocato che dirige il comune paolano ha cancellato l’intervento, sostituendolo (quasi immediatamente) con un altro.

«Parrebbe che taluni consiglieri di minoranza – ha rettificato Ferrari – stiano inutilmente tentando di “raccogliere le firme” necessarie al fine di sciogliere il Consiglio Comunale. State sereni, alla fine decide sempre il Popolo, non abbiate timore di confrontarvi sul campo, molto spesso è per paura di perdere che non si vince».

facebook-2
Il secondo intervento, pubblicato “a rettifica” del primo

Probabilmente rassicurato da una visione ispiratrice o da qualche telefonata di supporto, il sindaco ha rafforzato la sua precedente versione con l’avverbio “inutilmente”, indice probabile di uno “scampato pericolo”. Tuttavia, seguendo le reazioni suscitate nei pilastri dell’opposizione, prime tra tutte quelle dei rappresentanti Pd e Psi, si potrebbe pensare che l’unica cosa “davvero inutile” sia stata la sortita stessa del sindaco.

Perché Graziano Di Natale prima e Ivan Ollio poi, hanno categoricamente smentito il primo cittadino. Queste le parole del capogruppo, nonché consigliere provinciale, del Pd: «Stia sereno il Sindaco di Paola nessuno della minoranza è interessato a raccogliere le firme per mandarlo a casa. Al posto suo penserei, se ne è in grado, di governare la Città sarà il popolo a tempo debito a giudicare il suo fallimento politico-amministrativo! Un consiglio eviti di scimmiottare!»; con una chiusa ad effetto a rimarcare, forse, che la situazione paolana è estremamente diversa da quella verificatasi a Cosenza per Mario Occhiuto. Ollio invece, forse ricordando ciò che avvenne nel 2006 (quando Ferrari fu tra i promotori della raccolta firme per mandare a casa Roberto Perrotta), ha commentato: «Potrebbe insegnarci come si raccolgono le firme, ma stiano sereni sul serio, perché i socialisti non andranno mai dal notaio». Una doppia disdetta che, probabilmente, ha allargato l’occhio del ciclone in cui Ferrari è “intrappolato”, estendendo le sferzate ai banchi della sua stessa maggioranza.

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

rete dei beni comuni paola

Paola – Cambiamento in minoranza: Giuliana Cassano (RBC) si dimette

La consigliere capogruppo del movimento politico culturale “Rete dei Beni Comuni” (RBC), Giuliana Cassano, subentrata …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: