Partecipate come non mai negli ultimi tempi, le riunioni di giunta dell’esecutivo Ferrari stanno registrando la presenza di tutti gli assessori e l’unanimità di intenti nelle votazioni. Indice probabile di una compattezza ritrovata (dopo la fase in cui sono spesso risultati assenti il vicesindaco Francesco Sbano e il delegato ai lavori pubblici Dario Gaetano), questa “nuova vita” dell’organo decisionale dell’amministrazione comunale sta producendo una serie di atti molto importanti. L’ultimo, in ordine di pubblicazione sull’albo pretorio, ha riguardato l’affidamento di «Incarico per supporto tecnico-scientifico per l’assistenza redazione di un bando di gara europeo per l’affidamento del servizio della gestione del servizio idrico integrato (S.I.I.). Approvazione schema di convenzione con il dipartimento ingegneria civile – Università della Calabria». Una stipula che il comune contrarrà con l’Unical e che costerà, alle tasche dei paolani, una spesa «pari ad € 20.000,00 oltre Iva ed oneri». Tralasciando l’aspetto secondo il quale l’amministrazione in carica – e soprattutto l’esecutivo dirigente – è composta da un fior fiore di avvocati e professionisti che, curricula alla mano, potrebbero scrivere un bando ad occhi chiusi senza dover ricorrere ai validissimi docenti dell’Università, ciò che maggiormente colpisce è il dato relativo allo sforzo economico che, dal 29 Aprile 2013, è stato profuso nei confronti della Lao Pools.

Nella delibera  è sancito che «in data 09/08/2013 è stato stipulato regolare contratto avente n.606/2013 di repertorio con la Ditta Lao Pools s.r.l. relativo alla gestione del S.I.I. registrato in data 13/08/2013 al n.84 ser.l per la durata di mesi 6 (sei) a far data dal 29/04/2013 per un importo complessivo di Euro 627.000,00 Iva compresa nella misura di legge e comunque fino all’espletamento della procedura di gara con evidenza pubblica così come previsto anche nell’art. 39 del Capitolato Speciale d’Appalto vigente»

Intendendo l’importo complessivo come rappresentativo del costo riservato ai sei mesi, la cifra che dovrebbe essere stata riservata per la società scaleota che gestisce il servizio idrico integrato paolano, potrebbe attestarsi sui 2milioni e 508mila euro (nella quale è incluso anche il semestre “attivatosi” dal 29 Aprile di quest’anno e che si concluderà il 29 Ottobre prossimo).

Una somma cospicua per le dissestate casse del comune, una cifra maturata in un contesto di affidamento “diretto” che non è stato originato da alcuna gara d’appalto. A corollario di questa situazione, i 20mila euro messi in conto – e deliberati favorevolmente all’unanimità della giunta – per il supporto del Prof. Paolo Veltri dell’Unical, sembrano davvero un’inezia. Anche se il mare (soprattutto quello delle spese) è costituito da tante gocce.

Paola – Il servizio Lao Pools (ad oggi) è costato 2,5milioni di € ultima modifica: 2016-05-28T09:02:07+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.