emira ciodaro

Paola: Il Brasile crea polemica in città. “Sfidata” Emira Ciodaro

Non accennano a placarsi gli strascichi dell’ultimo consiglio comunale svoltosi a Paola. Dopo la durissima presa di posizione del capogruppo del PD, Graziano Di Natale – il quale ha espressamente parlato di “mancanza di democrazia” – un altro di coloro che hanno avuto l’opportunità di sedere nell’aula “Lo Giudice” ha inteso puntualizzare su quanto è stato affermato.

All’ex consigliere Marcello Molinaro, oggi cittadino attento ai fenomeni politici, non è sfuggita una dichiarazione formulata dalla presidente del Consiglio, dott.ssa Emira Ciodaro, nel corso del suo intervento “politico” (quello tenuto facendosi momentaneamente sostituire sullo scranno più alto dal collega, ormai anche “di gruppo”, Silvio Buono).

In quell’occasione la presidente Ciodaro, chiosando ironicamente su pratiche messe in atto dai predecessori dell’attuale amministrazione, ha stigmatizzato un comportamento fornendone una ricostruzione alla quale Molinaro ha inteso replicare seccamente.

Parlando dell’esiguità di cassa trovata in comune all’atto dell’insediamento, la presidente Ciodaro ha spiegato le ragioni per le quali questa amministrazione ha contratto qualche “debituccio” adducendo queste motivazioni: «I servizi essenziali dovevano essere necessariamente garantiti creando comunque debiti. Perché ai cittadini come si diceva che la spazzatura non poteva essere raccolta, che le strade non potevano essere pulite, che la luce non si poteva accendere, che i sistemi, vari, di servizi scolastici non potevano essere garantiti? Inevitabilmente. E l’imbarazzo dovrebbe essere nostro per aver garantito i servizi essenziali? Guardate che quei debiti non sono frutti di viaggi in Brasile per duecento persone per un mese e mezzo! […] Lezioni di buona amministrazione, l’ho già detto in passato e lo ribadisco, non ne possiamo accettare da nessuno, perché avete sconquassato un comune».

Piccato da questa versione dei fatti, l’ex consigliere Molinaro – essendo tra coloro che compirono il famigerato viaggio in Brasile – ha rilasciato una dichiarazione altrettanto dirompente su Facebook, sfidando apertamente la presidente del consiglio ad un confronto pubblico nel quale fare chiarezza sulla situazione.

Questo l’intervento di Marcello Molinaro: «Carissimo Signor Presidente del Consiglio del Comune di Paola, in merito ad una Sua dichiarazione in consiglio comunale del 16 giugno 2016, desidererei con tutto il rispetto che Le porto farLe notare alcune precisazioni:

1) Non eravamo 200 persone bensì 9:

2) I giorni non sono stati 45 bensì solo 15;

3) Il sottoscritto ha rifiutato come consigliere, la somma di Euro 400, messi a disposizione dalle casse comunali facendosi rilasciare, dal Signor Spineda a suo tempo giugno 2006 economo, una ricevuta;

4) I biglietti del volo euro 2340 della mia famiglia e la permanenza in hotel a Rio de Janeiro di 15 giorni di n°3 persone euro 900 , sono stati pagati con il denaro,frutto del mio lavoro e del mio sudore ( non sono un medico e Lei lo sa bene)

Pertanto La prego caldamente di non affermare in merito a questa vicenda, mai più falsità sulla mia persona e La sfido pubblicamente a dimostrare il contrario».

A questo punto il dado è tratto, la presidente Emira Ciodaro accetterà il guanto di sfida?

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

246 anni finanza cosenza

Cosenza: Nel 246° anno del Corpo, GdF traccia bilancio dell’ultimo periodo

Anche nella città di Cosenza, nella Sala Convegno della caserma “Domenico Fazio”, alla presenza del …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: