Come fossero composte da frange più “mansuete”, le spedizioni diplomatiche che s’alternano in un conflitto recano in sé i tratti più struggenti della guerra in corso. Dovendo lambiccare tra migliaia di variabili, i ciceroni delle “corrispondenze” sono sempre i più “creativi” delle rispettive parti. Quelli che riescono a sentirsi e a far sentire a proprio agio qualunque interlocutore. Pertanto è da considerarsi molto importante il comunicato stampa diramato dall’Idm, movimento ancorato nella genesi “regionale” di Orlandino Greco. Perché, a quanto pare, il ruolo di “araldi del rispettivo verbo” (almeno per quanto concerne la relazione tra il firmamento Perrottiano e la galassia Lambertiana) è rappresentato da un lato dall’avvocato Francesco De Cesare e dall’altro dal trio dirigente di Prospettiva Comune, composto da Emilio Pastore, Antonio D’Angelo e Marco Sbano.

Avendo diramato una nota dal sapore di “chiamata”, è probabile che gli argomenti in discussione possano essere stati tantissimi, anche se il punto su cui sembra che abbiano trattato maggiormente (almeno per quantità di spazio riservatogli) ha riguardato il “soggetto” da candidare a sindaco. Come se la distanza, “nei centrosinistra” paolani, dipendesse soltanto da un nome. Anche se, forse, sarebbe opportuno considerare anche il riassetto preventivo rispetto a nuovi, probabili, “equilibri regionali” (a meno che la “consulta” non confermi Oliverio nella sua veste di Governatore della Calabria).

L’incontro, per quanto la nota non preannunci intese di sorta, è servito quantomeno a mettere in chiaro un desiderio d’unità tra le forze d’opposizione all’attuale maggioranza, la quale nel frattempo non è rimasta a guardare e starebbe già predisponendosi a contromosse.

Allo stato attuale, se fosse “oggettivo” il dato emotivo, a fronte di tre probabili schieramenti, nessuno potrebbe pensare di vincere senza passare dal ballottaggio. La situazione è in divenire permanente e sembra che – sotto sotto – tra i tanti “talent scout” impegnati a costruire le liste, ce ne sia uno che starebbe preparando un colpo “trasversale” non di poco conto.

Nonostante sia estate e si sonnecchi un po’, la politica è in fermento. E chi oggi sembra “sicuro”, domani “chissà”.

Segue la nota dell’Italia del Meridione

«Il locale circolo dell’Idm prosegue la programmata serie di incontri e, nei giorni scorsi, ha incontrato il movimento civico “Prospettiva Comune”. Erano presenti, oltre al segretario Marco Sbano, i dirigenti Emilio Pastore e Antonio D’Angelo, per il movimento di Orlandino Greco erano presenti, oltre al coordinatore cittadino Francesco De Cesare, il vicecoordinatore Salvatore Guida, nonché i dirigenti Federico Maddalena e Giovanni Pino. I rispettivi rappresentanti, dopo aver sottolineato ed evidenziato la pessima gestione politica-amministrativa dell’attuale maggioranza, hanno tutti evidenziato la necessità di riunire tutte le forze politiche che si oppongono all’attuale amministrazione, per costruire un percorso più unitario possibile che possa costituire l’alternativa per il governo della città. Quindi s’è sottolineata la necessità di una riunione congiunta con tutte le forze ed i movimenti; per iniziare a stilare un programma fattivo e poi scegliere la figura del candidato a sindaco, che deve essere una figura condivisa, possibilmente da tutti o comunque dai più, che non solo possa rappresentare un valore aggiunto, ma un soggetto che possa attuare il programma condiviso»

Paola – Idm e Prospettiva Comune, teste di ponte d’un accordo? ultima modifica: 2016-06-21T18:40:04+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.