cosmo de matteis

Paola: Per Cosmo De Matteis, la campagna elettorale sulla sanità è fasulla

Prove tecniche per una nuova sceneggiata. Questa è l’impressione per chi, come il sottoscritto, osserva in modo asettico l’evolversi dell’attività politica in vista delle prossime  elezioni comunali.

Ogni identità di appartenenza partitica è sparita da tempo, i caimani, gli squali, come spesso vengono definiti i vari esponenti di  pseudo partiti, si trasformano in agnelli sempre pronti al sacrificio nell’interesse  del paese.

A Leggere  le dichiarazioni, sulla stampa locale, dei nostri politicanti, sembra di vivere in un paesotto sempre sull’orlo di una crisi di nervi. Persone che ieri andavano d’amore e d’accordo, improvvisamente si trovano su sponde opposte, abbracciando persone ed idee che prima avevano osteggiato.

Sono iniziati  i soliti incontri  riservati, ciò  che prima  avveniva nelle sezioni di partito oggi si fa  al bar o  davanti  ad un buon piatto di pasta. Chi aveva riposto fiducia nei giovani, ha fatto ”mea culpa”.

Adesso  intorno si nota il vuoto totale di persone ritenute capaci di poter gestire  l’interesse comune.

Improvvisamente in questi giorni il campo di battaglia è diventata la sanità, ribadendo ancora una volta che questo governo sta smantellando il servizio sanitario, l’accapigliarsi – da parte di tanti – sul prevalere della struttura ospedaliera di Paola  o  Cetraro, serve solo  a riempire le cronache giornalistiche.

Come più volte è stato ribadito, questi due nosocomi non sono in grado  di dare risposte efficaci alle richieste  dei tanti che necessitano  di cure. Con due ospedaletti  fotocopia, non si ottiene altro che un’assistenza stentata e raffazzonata, manca il personale medico  e paramedico, nelle urgenze il paziente viene sballottato per gli esami da Paola  a Cetraro e viceversa, ma quasi sempre si deve ricorrere alle strutture  di belvedere  e Cosenza, se il paziente regge e soprattutto se si trova un posto letto.

Adesso assistiamo  alle solite abituali passeggiate  pre-elettorali  del politico  di turno, regionale  o locale, quasi che in tutti questi anni gli  stessi personaggi  fossero vissuti in altre realtà, o nel momento  del bisogno non si siano recati in strutture anche molto lontane, ove un minimo di speranza  era riposto.

I cittadini che ragionano, ben sanno  che questa è la replica delle vecchie, logore e obsolete, campagne  elettorali.

La categoria  dei medici, ma non solo, è una di quella ove i  candidati spuntano  come i funghi. Come medico – cari concittadini – vi  dico: “non fidatevi  ad occhi chiusi”; in molti  prevale l’ingordigia economica, fare soldi  ad ogni costo è lo spirito che guida molti. Il cosiddetto “comparaggio” – una strana parola, fatto in modo sistematico e legale – da solo permette  di accumulare  bei  soldini, tutti  in  nero

A chi non lo avesse visto, consiglio il recente film: “il  venditore  di medicine”. Quello che viene raccontato è  solo una parte  della triste realtà. Giorni  fa il dr. Mantuano in un suo libro  raccontava, la sua felice esperienza  lavorativa presso l’ospedale cittadino. Concordo con lui in quegli anni, vi era un rapporto, quasi in tutti, di collaborazione  di amicizia, i medici di famiglia erano di casa nei  vari  reparti, si seguivano  i pazienti congiuntamente.

Oggi tutto ciò  è  sparito, molti giovani colleghi  arrivati con la loro arroganza  e spesso  tanta ignoranza, si  contrappongono  all’interno  ed in particolare all’esterno, quasi che il loro camice  li ponga  al di sopra di   ogni  critica  o suggerimento.

Comunque non regalate il vostro voto, riflettete!

About Cosmo De Matteis

Check Also

palatenda paola

Paola – L’intera classe politica e la Comunità si devono svegliare!! (di G. C.)

In questo momento leggo un messaggio diffuso su internet con il  quale si….paventa che  “Il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: