Sarà anche ostica da raggiungere per i diversamente abili, poco refrigerata e malamente illuminata nella sua veste adibita agli incontri-dibattito (basti pensare al “surriscaldato” ultimo appuntamento della settimana organizzata da Libera contro le mafie) ma l’opera pubblica messa in piedi a Largo 7 Canali s’appresta a diventare funzionale alle intenzioni dell’amministrazione guidata da Basilio Ferrari.

È stato infatti pubblicato – e reiterato sul sito nato ad hoc (“Terre Solidali” – clicca e fatti un’idea) – un avviso pubblico relativo al alla proposta per la «definizione delle funzioni e  l’avvio delle attività del centro laboratoriale “territorio solidale”».

In buona sostanza, laddove una facciata di doghe in legno a forma d’onda costituisce l’intervento più “creativo” sulla struttura cementizia preesistente, l’attuale maggioranza del governo cittadino dovrebbe impiantare un’iniziativa volta a favorire la commistione di «idee e persone per innovare e valorizzare l’ecosistema culturale, turistico e produttivo della Città di Paola e del suo contesto territoriale, attraverso la promozione di nuove pratiche e la creazione di nuove reti e relazioni».

In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n. 82 del 15/06/2016, con la quale – all’unanimità di tutti gli assessori presenti – è  stata accolta la proposta «di procedere ad una definizione delle “funzioni” e all’avvio delle attività, del Centro Laboratoriale “Territorio Solidale”, stante l’imminente consegna dell’immobile da parte della ditta aggiudicataria dei lavori all’Amministrazione Comunale di Paola». Nella medesima delibera si legge che il centro «è una delle operazioni del PISL denominato “Territorio Solidale” – Linea di Intervento 8.2.1.2 “Progetti Integrati di Sviluppo Locale per la Realizzazione di Servizi intercomunali per la qualità della vita” – POR Calabria FESR 2007-2013 – con capofila il Comune di Fuscaldo. Il progetto, inizialmente collocato nell’immobile al piano primo dell’edificio monumentale “Collegio dei Padri Gesuiti” ubicato nel centro storico del Comune di Paola, è stato successivamente, in fase attuativa, ricollocato nell’area denominata “Sette Canali”. Centro Laboratoriale “Territorio Solidale: la Scheda Operazione presentata. Di seguito gli elementi salienti della Scheda Operazione presentata nel mese di giugno 2012, e approvata con Delibera di Giunta Regionale n.466del 19 ottobre 2012».

Per questa ragione, l’amministrazione – nel suo ultimo avviso – ha chiesto ai cittadini, ai professionisti, agli imprenditori ed alle associazioni «di mettere a disposizione, a titolo gratuito, competenze, tempo e concrete attività di volontariato, per il bene comune e l’interesse generale. L’attività richiesta è esclusivamente volontaria: non sarà retribuita e neppure oggetto di contribuzione».

Il tutto perché quest’iniziativa è volta ad erogare servizi ai cittadini, alle imprese del territorio, alle startup innovative, agli enti locali, ci sarà lo Sportello Europa (con duplicati altrettanti servizi ai cittadini, alle imprese e agli enti locali), ci saranno servizi di “empowerment” (termine usato nella delibera che sta ad indicare: “un processo di crescita, sia dell’individuo sia del gruppo, basato sull’incremento della stima di sé, dell’autoefficacia e dell’autodeterminazione per far emergere risorse latenti e portare l’individuo ad appropriarsi consapevolmente del suo potenziale” – fonte “Wikipedia”) alle persone e alle imprese.

L’iniziativa si rivolge ai cittadini, ai professionisti iscritti e non iscritti ai relativi Albi Professionali, a professori, insegnanti e studenti delle scuole, agli imprenditori, ai rappresentanti e ai soci di associazioni e ai gruppi informali. La presentazione della candidatura è purtroppo già scaduta perché sarebbe dovuta avvenire «entro e non oltre il 31/07/2016». Le proposte presentate tuttavia non saranno vincolanti per l’Amministrazione Comunale.

Paola – Svelati (alcuni) dei piani per lo “sfruttamento” di Largo 7 Canali ultima modifica: 2016-08-03T11:50:23+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.