All’unanimità dei presenti (praticamente tutti e sei), l’esecutivo Ferrari ha deliberato il prolungamento della scadenza «di tutte le attività previste dal Progetto “Home Care Premium 2014”».

Su proposta dell’assessore Marco Cupello, Ferrari e i suoi colleghi si sono trovati d’accordo a prorogare tutte le prestazioni previste all’interno del progetto partito sotto la spinta dell’ex delegato alle politiche sociali, Massimo Focetola, poi dimessosi e sostituito proprio dall’avvocato attualmente in carica. Riassunti dallo stesso Cupello qualche tempo fa, i servizi offerti con l’iniziativa riguardano «La possibilità di prevedere per ben 56 utenti non autosufficienti, servizi di assistenza domiciliare calibrati su misura. Home Care Premium è una iniziativa interamente finanziata dall’Inps-Gestione ex Inpdap. Il progetto prevede due tipologie di benefici: a) prestazioni prevalenti: contributi economici mensili sino a 1.200 Euro, erogati direttamente dall’Inps, volti alla regolare assunzione di assistenti familiari; b) prestazioni integrative: servizi di sollievo domiciliare, di fisioterapia, logopedia, assistenza e supporto psicologico, di assistenza socio-sanitaria, frequenza di centri diurni, fornitura ausili di domotica, che verranno erogate direttamente dal Comune, sempre tramite finanziamenti da parte dell’Inps».

Con lo sviluppo del progetto in questione l’assessorato alle politiche sociali, ha dato seguito ad una grande pianificazione assistenziale, destinata ai cittadini maggiormente bisognosi e non autosufficienti, realizzando una programmazione di ampio respiro che doveva terminare il 30 novembre 2015 e che, invece, alla luce della proroga durerà almeno fino alla fine di quest’anno.

Paola – Nella continuità tra Focetola e Cupello, c’è un progetto che funziona ultima modifica: 2016-09-27T19:56:10+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.