Così come aveva fatto intendere l’assessore Cupello, all’indomani della concitata riunione in cui Lsu ed Lpu operanti in comune si erano confrontati con lui ed il sindacato, la mensilità di settembre sarà loro retribuita. A confermarlo c’è la determina dirigenziale n.210, con cui se ne autorizza la liquidazione. Quello che accadrà d’ora in poi, per quanto riguarda questi lavoratori “precari”, sarà il frutto della concertazione tra gli enti che ne dispongono (comuni, Regione, Inps) e, forse, sarà il tema di prossimi aggiornamenti. L’atto richiamato, al pari di molti altri, è stato pubblicato sulla sezione on-line dell’albo pretorio comunale, che ieri ha registrato una notevole quantità di novità proprio sul fronte delle “liquidazioni”.

Giusto per non perderci la vista, tra tutte le “causali” messe in rete ne sono state selezionate solo alcune, balzate all’occhio per ovvie ragioni di pubblico interesse.

A chi non interessa sapere quanti soldi sono stati spesi per lo spettacolo che Rocco Papaleo ha tenuto quest’estate in una struttura, edificata e rimaneggiata su Largo 7 Canali, fino ad oggi “inaccessibile” ai diversamente abili che non fossero dotati di spirito d’avventura e marchingegni fantascientifici con cui far volare, ad esempio, le loro carrozzelle nelle “vinedde” (viuzze strette tipiche dei centri storici) che finanche il sindaco ha consigliato di tenere presenti per accedere all’area?

A nessuno probabilmente, perché in fondo sono stati “liquidati” solamente 17.500 euro, per un totale di quattro serate agostane realizzate insieme all’evento «clou – così si legge nella determina dirigenziale n.202 – della serata del 18 con “Rocco Papaleo in Live». Era solo un “evento clou” in mezzo ad altri quattro, quindi è all’associazione culturale “Idea” di Cassano Jonio che bisognerebbe chiedere per sapere, tra il poker d’avvenimenti (concerti tenutisi sulla scalinata di Largo San Giacomo, ad opera dei “911”, dei “Contrabanda Live” e dei “Klab Live Band”) quanto è costata l’esibizione dell’attore lucano. Sicuramente più dei 4.375 euro che verrebbero fuori dalla media della somma, liquidata all’associazione, rapportata con il numero delle performances.

Bazzecole comunque, soprattutto se considerate come “valore aggiunto” della programmazione amministrativa, i cui animatori in giunta non hanno perso occasione per amplificarne la portata a mezzo web. Nonostante in quel periodo imperversassero (e a tutt’oggi non tacciono) le polemiche relative all’esosità dei tributi riservati al canone idrico e a quello della raccolta dei rifiuti, rappresentati malissimo dalla penuria d’acqua nelle case e dalle buste di spazzatura “censite” sulle strade. Malgrado l’intermittenza della pulizia del mare, a suo modo collegata alla necessità di un rafforzamento del ciclo di depurazione, un investimento davvero “corposo” – per un comune in dissesto – è stato riservato a queste manifestazioni “spettacolari”.

Nell’idea amministrativa attualmente in voga, questo pare un settore sul quale credere molto, spendendo tutto il possibile nell’amplificazione di un’immagine “attiva”. Un’idea che acquisisce concretezza nella liquidazione (determinazioni dirigenziali n.45 e 46) delle prime due rate da 854 euro cadauna, concordate alla società «Montesanto Sas – di L.Lenin Montesanto & Co., da Rossano, per l’affidamento dell’incarico di comunicazione istituzionale di questo Ente attraverso i canali mediatici», ditta che al termine del lavoro incasserà «la complessiva somma di € 8.400,00 – Iva esclusa (ossia € 10.248,00 Iva compresa)». Un prezzo probabilmente congruo per il servizio reso sul fronte della comunicazione, anche con una pagina Facebook da 382mi piace” che – indipendentemente dalla continuità degli aggiornamenti (ci sono “salti” di settimane) – tutti i cittadini e gli utenti internet del pianeta possono consultare.

Paola – Migliaia di Euro per “liquidare” una parte d’estate (anche lavorativa) ultima modifica: 2016-09-29T19:15:14+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.